Pagine Facebook, dove sta il trucco?

09/feb/2014 15.25.18 Leo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La vendita di fans non è mai quello che in tanti spesso pensano sia. Molto spesso infatti si confonde il fatto che su Facebook quasi tutto è possibile. Essendo il social di importazione americana infatti, non ci sono tutte quelle regole e tutte quelle limitazioni come accade in Italia. Una su tutte la legge sulla privacy. Tuttavia il metodo che oggi vogliamo spiegarvi ed illustravi è stato concepito in Italia. D'altronde gli italiani sono un popolo di artisti, ma allo stesso tempo anche di inventori. L'arte dell'invenzione qui è fondamentale poiché un nuovo metodo di fare affari si è affacciato ormai da oltre un anno sui mercati internauti. Si tratta della possibilità di vendere dei profili Facebook appositamente creati per le esigenze di ogni singolo cliente. Immaginate che sul social blu, chi gestisce una pagina fans, più utenti iscritti vanta, più potere ha in termini di accordi. Ebbene, se una società pubblicitaria viene da voi che gestite una pagina fans di 20000 persone e vi propone di inserire dei link sulla stessa pagina offrendovi 5 centesimi ogni click, voi cosa fareste? Prima di tutto fareste un po' di calcoli: 5 centesimi per 20000 fanno 100 euro. La cosa potrebbe essere interessante. Certo, non si presuppone che ogni giorno tutti i 20000 contatti clicchino sui link inseriti da voi. Restiamo quindi coi piedi per terra e diciamo che su 20000 solo 5000 sono coloro che ogni giorno cliccano sul link inserito. Ogni giorno quindi avete un introito di 50 euro. A fine mese, se rispettate la media si parla di 1500 euro. Adesso iniziate a capire, vero?

Su Facebook oggi, 2/3 delle pagine fans sono in piedi solo per ottenere guadagni. Ogni tanto, tra una condivisione di un video o di un link simpatico ecco che piazzano il link pubblicitario. Si va dai giochi, alle notizie di cronaca, passando per il gossip o per eventi sportivi. Tutti cercano di invitare persone a cliccare. Di recente molti utenti hanno capito che c'era qualcosa sotto e si è scatenato un putiferio su diverse pagine fans. Dopo qualche settimana in cui tutto sembrava essere passato, le campagne sono tornate in maniera decisa all'attacco. D'altronde stiamo parlando sempre di soldi, quindi come poter giudicare chi decide di ricominciare a tartassare la propria pagina con link pubblicitari. Come se non bastasse, la legge non certifica alcuna violazione. Se la pagina è di mia proprietà intellettuale infatti, sono soltanto io che posso decidere cosa possa andare cosa non possa andare. Per la serie, sono padre e padrone di quello che circola sulla mia pagina. Il metodo quindi è molto semplice. Ma la vendita dei fans quindi come si collega a tutto ciò? Molto semplice. Se ho una pagina appena nata, per farla crescere in maniera esponenziale nel più breve tempo possibile, chiedo aiuto ai vari siti web online ed ordino un pacchetto con un numero a mia discrezione di utenze. Sarà quello lo specchietto per le allodole per attirare poi le società di marketing che mi proporranno campagne ad hoc a seconda del numero di utenze che andrò a gestire.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl