COMUNICATO STAMPA: L’Osservatorio sulla Posta Elettronica =28PE=29 presenta i risultati della seconda ricerca annuale sullo stato della posta elettronica in Italia:

25/giu/2007 17.00.00 B2 Comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

 

Comunicato Stampa

 

Per informazioni:

B2 Comunicazione       Tel:                +39 02 89057422

AlessiaCoeli               Mobile:            +39 3939014509

                                  Mail:               a.coeli@b2comunicazione.com

 

L’Osservatoriosulla Posta Elettronica (PE) presenta i risultati della seconda ricerca annualesullo stato della posta elettronica in Italia:

crescita deisistemi open source e forte sviluppo della Posta Elettronica Certificata (PEC)

 

Sono state intervistate oltre 1000 tra le maggiori imprese italiane conoltre 100 dipendenti e una gestione in house dei sistemi di PE: l’88,2%considera i  sistemi di PE “mission critical”

 

Pomezia (Roma), 25 giugno 2007 – L’Osservatorio sulla PE (www.osservatoriopostaelettronica.it), nato per monitorare i sistemi di posta elettronica e perdefinirne standard di eccellenza, innovazione e per creare cultura circa un suocorretto impiego, presenta i risultati della ricerca annuale sulla PE.Promotore della ricerca 2007 è Babel (www.babel.it), software &infrastructure system integrator italiano attivo nelle aree delle soluzioniapplicative, dei servizi ICT e dei prodotti IT leader nel settore delle TLC enelle soluzioni WEB On-line. Per la prima volta sono stati coinvolti dueimportanti Partner sostenitori: Movenda (www.movenda.com), the mobilesolution company, e Sophos (www.sophos.it), leader mondialenella fornitura di soluzioni di sicurezza.

 

La ricerca èstata realizzata nell’aprile 2007 su un campione di oltre 1000 tra le maggioriimprese italiane con oltre 100 dipendenti e una gestione in house dei proprisistemi di PE e appartenenti ai settori industriale 67,4%; banche,assicurazioni, GDO e pubblica utilità 23,3%; Pubblica Amministrazione centrale,Università e sanità pubblica 8,4%; TelCo, Automotive e sanità privata 0,9%. Trai principali obiettivi dellaricerca: conoscere i sistemi di posta utilizzati, i criteri di manutenzione edi sicurezza impiegati; capire cosa le imprese richiedono allo strumento diPosta Elettronica in termini di servizi, efficienza e modalità di gestione e diconoscere la valutazione delle aziende circa eventuali margini di miglioramentodello strumento Posta Elettronica. Il tema di attualità nell’edizione 2007 è la Posta ElettronicaCertificata (PEC).

 

In crescita l’impiego dei sistemiopen source. Tra i sistemi operativi: cresce del 5,9% Linux rispetto aMicrosoft in quelle macchine che ospitano sistemi di PE. Tra i sistemi di PostaElettronica: primo Microsoft Exchange, secondo IBM Lotus Notes seguiti da Unix(PostFix, Sendmail, Qmail) in crescita del 6,5% rispetto al 2006.

Rilevanti i dati sulla “malattiadel secolo”: virus, spam, phishing, intrusion detection e network accesscontrol. Una ricerca condotta per 12 mesi a partire da aprile 2006 da ISTI-CNRparla di una media percentuale annua di spamming sulle mail ricevute pariall’86%. A livello mondiale per l’anno 2007, IDC stima un 41% di mailspazzatura nel totale delle mail ricevute.

 

"La posta elettronica – dice Filippo Dini, VP Sales &Marketing di Babel – sta diventando uno strumento strategico eindispensabile per il business delle imprese italiane e quindi vengono semprepiù considerati sistemi ‘mission critical’ (88,2% del campione). La barrieragenerata dall’assenza temporanea di tali sistemi e il diffondersi di insidie eminacce quali virus e spam portano le imprese a richieste pressanti di continuimiglioramenti ai propri sistemi di PE (90,6%)”.

 

“Nel panorama italiano - afferma Marco Rossi, presidente Movenda - larealizzazione di iniziative simili all’Osservatorio sulla posta elettronicaassumono sempre più valore strategico, necessario per comprendere edindirizzare al meglio gli sviluppi dell'innovazione. Movenda, con il suosupporto, si augura di partecipare alla crescita dell’innovazione in Italia edauspica che l’iniziativa dell’Osservatorio sulla posta elettronica possa essereda esempio per ulteriori studi simili, anche rivolti ad altri settoridell’innovazione”.

 

“Undato significativo che emerge dalla ricerca è la crescita della Postaelettronica certificata, uno strumento fondamentale per sburocratizzare,velocizzare ed intensificare il dialogo tra i cittadini, le imprese e leorganizzazioni. – afferma Vito Divincenzo, Director of Sales &Marketing di Sophos Italia - In quest’ottica, Sophos tende a porsi come uninterlocutore di riferimento, mettendo a disposizione di aziende ed istituzioninon solo la globalità delle sue tecnologie più innovative e performanti, maanche i suoi esperti dei centri di ricerca dislocati in tutto il mondo, al finedi contribuire a eliminare eventuali diffidenze sulla sicurezza che ne possanobloccare una maggior diffusione”.

 

Il tema di attualità nell’edizione2007 è la Posta Elettronica Certificata (PEC), lo strumento che consente di“certificare” il momento di invio e di ricezione di un messaggio dando provalegale e opponibile dell’avvenuto invio e ricezione di unmessaggio/documentazione. A 2 anni dalla firma del decreto Stanca (che ha postofine alla fase di sperimentazione) si registra un decollo vertiginoso dellostrumento PEC: dal marzo 2006 al maggio 2007 si è passati da 523 domini PECregistrati a 5.966 con una crescita pari al 1040%.   

 

Seguono approfondimenti tecnici.

 

L’Osservatorio sulla PostaElettronica nasce nel 2005 con l’obiettivo di conoscere, dimonitorare e di innovare i sistemi di posta elettronica per renderli più adattiallo sviluppo del business dell’impresa.

 

Promotore:

Babel (www.babel.it),costituita nel 1994 econtrollata dal Gruppo Par-Tec, è un software & infrastructure systemintegrator italiano attivo nelle aree delle soluzioni applicative, dei serviziICT e dei prodotti IT leader nel settore delle TLC e nelle soluzioni WEBOn-line.

Babel haelaborato Mailware (www.mailware.it) unsistema di diagnosi tempestiva dello stato dell’infrastruttura di postaelettronica con approccio modulare e integrato. Mailware permette quindi diottimizzare il sistema di posta elettronica (applicazioni, infrastruttura esicurezza) rispetto alle esigenze di business dell’impresa. Ha inoltre creatoi  prodotti KeyCluster (www.keycluster.it– il software di clustering per l’alta affidabilità a due nodi) e L-IRISReanimator (www.babel.it/liris - lasoluzione tecnologica per il recupero di vecchi PC).

L’Osservatorio sulla Posta Elettronica (www.osservatoriopostaelettronica.it), promosso da Babel nel 2005, si propone di monitorare e didefinire uno standard di eccellenza sulla Posta Elettronica e rientra nellastrategia del Gruppo di favorire l'innovazione attraverso l'ideazione e larealizzazione di iniziative nelle aree specifiche dell’ICT”. Babel è costituitada 100 professionisti e nel 2005 ha fatturato €5,8 milioni. Tra i propri clienti annoveraNotartel, IT Telecom, Telecom Italia, Monte dei Paschi di Siena, Oracle, Enel Sfera, EDA.

 

Partner sostenitore:

MovendaS.p.A., provider dal1999 di soluzioni software per le aziende che utilizzano le tecnologie mobili,sviluppa software innovativi per la messaggistica mobile e per la posta inmobilità, per l’OMA Digital Rights Management, per il controllo della qualitàdei servizi mobili, per i micropagamenti e le transazioni mobili viaNFC-ZigBee. Forte di una clientela presente sul territorio nazionale, l’aziendavanta referenze presso le principali società del gruppo Telecom Italia. Lostaff Movenda ha acquisito una considerevole esperienza sui servizi basati suSMS, MMS, OMA, SIM, Java, Symbian, RFID, NFC, ZigBee.

Tra i principaliprodotti realizzati:

Modus: Gestore OMA-DRM (Digital Rights Management) per lapromezione dei contenuti fruibili su dispositivi mobili.

Mecum:Configuratore di terminali mobiliattraverso SMS autoconfiguranti (per email, GPRS, WAP, SyncML).

Lama: SMS/MMS Gateway verso i centri servizi degli operatorimobili (SMSC/MMSC).
Movenda è una società per azioni partecipata dal gruppo Telecom Italia. Permaggiori informazioni visitate www.movenda.com.

 

Sophos è società leader a livello mondiale nella sicurezzainformatica e nella tecnologia di controllo dell’accesso alla rete (NAC).Sophos garantisce una protezione completa, sia a livello gateway che endpoint,contro minacce complesse quali malware noto e sconosciuto, spyware, intrusioni,applicazioni indesiderate, spam, violazioni delle politiche di sicurezzaaziendale e accesso non controllato alla rete. Le soluzioni Sophos, affidabilie facili da utilizzare, sono progettate su misura per le aziende, il settoreeducation e la Pubblica Amministrazione, e proteggono oltre 100 milioni diutenti in più di 150 Paesi. Sophos dispone di una rete mondiale di centri perl’analisi delle minacce informatiche, in cui operano esperti altamentequalificati. Forte della propria esperienza ventennale nel settore e dellacompetenza dei propri centri di ricerca e analisi, Sophos rispondetempestivamente alle nuove minacce alla sicurezza e vanta un livelloinvidiabile di soddisfazione dei clienti. Sophos è una multinazionale con sedecentrale a Oxford, Gran Bretagna. Per maggiori informazioni su Sophos, visitarewww.sophos.it.

 

I dati emersi sui sistemi di PEutilizzati, evidenzia che al variare delle dimensioni infrastrutturali (dominioe caselle) le scelte sul tipo di sistema utilizzato ricadono sempre Microsoft eIBM. In sintesi:

 

 

Microsoft Exchange

Ibm Lotus Notes

Sistemi Unix (Postfix, SendMail, Qmail)

Altro

 

2006

2007

2006

2007

2006

2007

2006

2007

meno di 150 caselle di posta

33,3%

60,4%

36,3%

24,3%

5,9%

13,2%

24,5%

2,1%

da 150 a 500 caselle di posta

44,9%

60,4%

36,0%

28,1%

5,6%

9,4%

13,5%

2,1%

oltre 500 caselle di posta

41,0%

56,9%

39,3%

27,6%

3,3%

10,3%

16,4%

5,2%

singolo dominio di PE

45,8%

58,2%

31,3%

31,6%

10,4%

7,2%

12,5%

3,1%

da 2 a 5 domini di PE

46,9%

59,6%

30,6%

24,6%

4,1%

12,3%

18,4%

3,5%

da 6 a 10 domini di PE

25,0%

50,0%

75,0%

21,4%

0,0%

28,6%

0,0%

0,0%

oltre 10 domini di PE

20,0%

72,7%

40,0%

9,1%

0,0%

18,2%

40,0%

0,0%

 

L’88,2% degli intervistatidichiara il proprio sistema di posta elettronica essere un sistema “missioncritica” e il 90,6% che i propri sistemi sono migliorabili. Molto sentita dalleimprese l’esigenza di avere sistemi ad alta affidabilità (74,1%) e multilivellocon front end e back end (68,2%). Meno sentito, invece, l’impiego di sistemi aclassi di servizio ripartite (30,7%) in funzione del carico che ciascunacasella deve supportare quotidianamente ma altrettanto importante per garantireuno snellimento del carico e la massima stabilità del sistema.

 

 

Alta Affidabilità

Multilivello

Ripartizione in classi di servizio

 

2007

2007

2007

Si

74,1%

68,2%

30,7%

No

25,9%

31,8%

69,4%

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl