Elettricità: come nasce l’intuizione che ha cambiato la vita dell’uomo e la vendita online di materiale elettrico

12/giu/2017 20:38:35 Alessia Mocci Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 6 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Tutto iniziò ai tempi dell’antica Grecia quando grazie all’intuizione di Talete di Mileto si iniziò a parlare di energia; infatti l’illustre greco osservò come l’ambra (gr. Èlektron) vestiva la possibilità di attrarre corpi leggeri se frizionata con un panno di lana. Successivamente Teofrasto di Ereso avviò lo studio di altri materiali con la stessa capacità dell’ambra.

Nell’antica Roma, invece, fu Lucio Anneo Seneca che distinse tre caratteristiche del fulmine con l’illuminante sentenza: “Il fulmine che incendia, quello che distrugge e quello che non distrugge”.

E nell’VIII° secolo d.C ci si accorse che stavano davanti a due differenti gradi di elettrizzazione in quanto si studiò che due corpi del medesimo materiale carichi elettricamente si respingevano, mentre due materiali diversi si attraevano (per fare un esempio possiamo pensare al vetro e all’ambra).

Tantissimi altri nomi più o meno celebri hanno contribuito alla comprensione dell’elettricità come Benjamin Franklin che nominò le cariche elettriche “positive” e “negative”, e nomi come Alessandro Volta, Luigi Galvani, Charles-Augustine de Coulomb, Michael Faraday, Hans Cristians Oersted, Georg Simon Ohm, Joseph Henry, Charles Wheatstone, Henrich Daniel Ruhmkorff, Werner von Siemens, James Clerk Maxwell, Innocenzo Manzetti, Antonio Pacinotti coadiuvarono pian piano a analizzare l’elettricità ed il modo in cui potesse essere impiegata nella società per garantire all’uomo progresso verso il benessere.

Nel 1800, due nomi conosciutissimi, Nikola Tesla e Guglielmo Marconi, cambiarono notevolmente la vita dell’uomo: il primo realizzò il primo motore elettrico ad induzione a corrente alternata, ed il secondo prese il merito di aver inventato la radio grazie ai suoi esperimenti sulle onde elettromagnetiche e la trasmissione dei segnali nell’etere.

Oggi con l’avvento di internet viviamo come se tutti ci fosse dato ma basta pensare che solo trent’anni fa, anche se l’energia era utilizzata nelle case di tutto il mondo occidentale, non era ancora possibile acquistare facilmente oggettistica elettrica, oggi invece abbiamo la possibilità con pochi click di ordinare gli apparecchi con i migliori costi sul mercato.

Esistono nel mondo internettiano una buona quantità di siti nei quali acquistare ciò che necessitiamo e fra tutti ho notato il sito Dibiasi la cui vasta gamma spazia dai cavi elettrici alla diffusione sonora, dall’illuminotecnica alla messa a terra, dalla sicurezza alla videocitofonia, da strumenti più professionali alla domotica.

Dibiasi è presente sul mercato da oltre 25 anni con sede a Vallo della Lucania nel Salento, e distribuisce materiale elettrico-elettronico, civile ed industriale in tutta Italia e nel Mondo in stati come Spagna, Francia, Russia, Grecia, Egitto, USA, Brasile e Cina.

Grazie al fornitissimo sito web, dal 2002 si è occupata del mercato a livello globale ha stretto importanti partnership con prestigiosi marchi italiani come Bosch, Bticino, Comelit e Kalvert.

I pagamenti sono del tutto sicuri e si possono eseguire tramite American Express, Visa, Mastercard, Paypal.

Nel sito si possono notare diversi sconti ed offerte quali per esempio la promozione di quattro diversi condizionatori Samsung serie Quantum Maldives (sino al 30 giugno 2017).

Si consiglia di far un salto sul sito Dibiasi e di approfondire anche la storia dell’elettricità perché non è bene dare per scontato il frutto di millenni di ingegno umano.

 

Info

 

https://www.dibiasi.it/materiale-elettrico-online/

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl