L’e-mail transazionale: dispersa in azione?

22/mag/2018 16:14:01 Marketing Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

© Talaj | istockphoto.com

Il potere delle e-mail transazionali come comunicazione diretta con il cliente è spesso trascurato dalle aziende a favore delle e-mail promozionali. Julia Janssen-Holldiek, direttrice del CSA, esplora la loro importanza e offre consigli su come consegnarle.

Hai mai dimenticato la tua password per un online shop? Fai clic sul pulsante "password dimenticata", quindi vai alla posta in arrivo per cercare una e-mail per modificare la password. Aspetti, fai clic sul pulsante di aggiornamento, aspetti ancora un po'. Non arriva niente. Frustrato, torni al sito web e fai nuovamente clic sul pulsante e attendi che arrivi questa email. Poi, in un lampo di genio, controlli la tua cartella spam. Se sei fortunato, in mezzo al pantano di offerte per potenziatori di potenza e richieste fasulle di amicizia, troverai entrambe le e-mail. Ne selezioni la ultima arrivata, e continui con l'acquisto del prodotto desiderato al prezzo scontato di oggi.

Se invece sei sfortunato, le e-mail non sono arrivate. Hanno perso la strada a causa di un problema di recapito con il sistema di posta del webshop. Questo è irritante per te come cliente, ma è disastroso per l’online shop. Le e-mail transazionali devono per forza essere consegnate, sempre e ad ogni cliente.

Mentre gli esperti di marketing amano credere che le loro newsletter e le e-mail promozionali siano così attraenti che tutti noi vogliamo leggerle tutte dall'alto verso il basso, in realtà le e-mail transazionali sono quelle che veramente spesso stiamo aspettando, e sono molto più propense ad essere aperte e lette. Questo perché sono dirette a "me" personalmente e contengono informazioni molto specifiche che sono molto importanti per me come destinatario individuale. Desidero ricevere conferma del mio ordine, notifica di pagamento, informazioni sulla consegna della merce, informazioni sul prodotto e istruzioni per l'utente. Oppure desidero ricevere i miei biglietti in PDF, la conferma dell'iscrizione alla newsletter, le notifiche di sicurezza attivate da modifiche alla mia password / impostazioni di sicurezza - anche messaggi che mi informano che non sono stato dimenticato, anche se forse non ho visitato quel particolare negozio per un po’ di tempo.

Mentre agli addetti al marketing piace credere che analizziamo le loro newsletter e le e-mail promozionali, le e-mail transazionali sono quelle che hanno la maggior probabilità di essere aperte e lette.

Ma cos'è esattamente un'e-mail transazionale? Techopedia.com lo definisce come "un tipo specifico di messaggio e-mail, che realizza una specie di singola transazione". Sono altamente individualizzati, si riferiscono a una specifica transazione, possono richiedere l'intervento del destinatario per completare la transazione e non vengono inviati in blocco. Oltre alle funzioni sopra elencate, altri tipi di comunicazioni via e-mail che rientrano nella categoria transazionale includono:

• Modifiche al profilo
• Doppia e-mail di attivazione (Double Opt-In)
• E-mail di abbandono del carrello
• Raccomandazione personalizzata del prodotto
• Istruzioni per l'utente per i prodotti acquistati

Il potere delle e-mail transazionali

Ben gestite, le e-mail transazionali possono contribuire in modo determinante alla fedeltà dei clienti e agli acquisti ripetuti.

Le e-mail transazionali confermano che i processi online funzionino correttamente. In un nuovo mondo in cui dobbiamo abituarci a perdere il tipo di feedback istantaneo offerto dall'interazione faccia a faccia, le e-mail transazionali lasciano ai consumatori online la sensazione di fiducia che l'azienda con cui stanno facendo affari abbia tutto sotto controllo. Generano fiducia e offrono un momento di benessere. Gestite bene, le e-mail transazionali possono contribuire in modo determinante alla fedeltà dei clienti e agli acquisti ripetuti. Ma oltre a questo, le e-mail di transazione oliano gli ingranaggi dell'e-commerce. Fornirli in modo affidabile ai clienti è essenziale per "stringere l'accordo di acquisto" e quindi per il successo continuo nel mondo online.

Tanto più preoccupante, quindi, se un'e-mail transazionale va fuori strada.

L'importanza che meritano le e-mail transazionali

Se le tue e-mail transazionali non stanno entrando nelle caselle di posta dei tuoi clienti, in primo luogo, come puoi accorgertene, e in secondo luogo, che cosa ci puoi fare? La semplice risposta sarebbe ottenere il supporto di un provider di servizi di posta elettronica (ESP) e trarre vantaggio dalla loro esperienza per analizzare e ottimizzare la tua posta elettronica.

"Le e-mail transazionali svolgono un ruolo fondamentale nella gestione delle relazioni con i clienti", secondo lo specialista di email marketing Dr. Torsten Schwarz. "Sarebbe opportuno che le aziende lavorassero a stretto contatto con gli esperti di e-mail per ottenere il massimo da questa interazione. A seconda del livello di esperienza e delle risorse all'interno dell'azienda, la decisione di esternalizzare a un ESP non significa tutto o niente - ci sono livelli intermedi che possono essere definiti individualmente. Tuttavia, la maggior parte delle aziende non dispone delle risorse per assumere esperti per ciascuno degli strumenti che sta utilizzando. La consultazione di specialisti esterni comunque significa che un'azienda può concentrarsi sul proprio core business".

 

Come posso impedire che le mie e-mail vengano filtrate?

Come puoi garantire la deliverability? Ci sono una serie di motivi per cui le tue e-mail potrebbero scomparire nell'etere o, più prosaicamente, essere filtrate dagli ISP dei tuoi destinatari. Questi potrebbero avere a che fare con la manutenzione del database dei contatti, i problemi di autenticazione o la gestione della reputazione dei domini, per citare alcuni dei potenziali problemi.

 

Optimizing your transactional emailing: In-house or outsourced?

Certainly, it is possible to maintain your transactional emailing internally to keep your costs down and avoid being dependent on a third-party service. If you take this path, the Certified Senders Alliance (CSA) provides information and advice on topics like Bounce Management, how to set up DKIM for authentication, and how to ensure legal compliance. (Spoiler: If you get the compliance right, most other things fall into place for email deliverability).

 

Ottimizzazione dell'e-mail transazionale: interna o esternalizzata?

Certamente, è possibile mantenere internamente l'e-mail transazionale per mantenere bassi i costi ed evitare di dipendere da un servizio di terze parti. Se segui questo percorso, la Certified Senders Alliance (CSA) fornisce informazioni e consigli su argomenti come Bounce Management, come configurare DKIM per l'autenticazione e come garantire la conformità legale. (Spoiler: se ottieni la conformità giusta, la maggior parte delle altre cose si innesca per la consegna delle e-mail).

Comunque, l'esternalizzazione delle e-mail transazionali a un ESP professionale offre vantaggi significativi in termini di elenco e gestione dei bounce, gestione della reputazione, autenticazione e standard tecnici e del controllo delle consegne. Avere un fornitore di servizi di posta elettronica significa che le imprese possono concentrarsi sul proprio core business.
Così possono andare avanti con quello che sanno fare meglio. Inoltre, avere un ESP esperto certificato dal CSA aggiunge il vantaggio di poter utilizzare la whitelist CSA. Questo rende molto più facile per il prezioso messaggio di posta elettronica trovare la strada giusta.

Le aziende interessate possono trovare un fornitore di servizi di posta elettronica certificato CSA qui: certified-senders.org/participants e/o sul sito www.emailvendorselection.com.

Questa è una versione abbreviata dell'articolo. L'articolo completo può essere trovato su: https://www.dotmagazine.online/branding-selling-online/transactional-email-missing-in-action

 

Julia Janssen-Holldiek è entrata a far parte del team CSA nel 2014 e dal 2017 ne è la direttrice. È appassionata di creare e abilitare standard di qualità per l'e-mail commerciale. Prima di entrar a far parte della CSA ha lavorato per diversi anni nel Marketing & Sales presso Dell. Julia ha studiato Economia aziendale all'Università di Colonia e all'Universidad Torcuato di Tella, a Buenos Aires.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl