Comunicato

Il FTSE ed il CAC si sono mossi al rialzo di 4.7% e 5.4% rispettivamente ed il NASDAQ 100 ha rubato la scena negli Stati Uniti finendo la settimana in rialzo di 5.2%.

11/apr/2008 10.30.00 BetOnMarkets.com Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Titolo: Una settimana impegnativa per i mercati azionari mondiali

Malgrado una marea di annunci negativi, i mercati azionari mondiali hanno chiuso la settimana in rialzo di 4%. Il FTSE ed il CAC si sono mossi al rialzo di 4.7% e 5.4% rispettivamente ed il NASDAQ 100 ha rubato la scena negli Stati Uniti finendo la settimana in rialzo di 5.2%. Questo movimento nei mercati è cominciato la sera il Lunedì, quando i Lehman Brothers hanno annunciato la loro intenzione di vendere degli azioni detti di valere un miliardo di dollari.


Alcuni aziende finanziarie in Europa, come la Deutsche Bank ed il Barclays, hanno indicato un movimento al rialzo dall'inizio della settimana quando, ironicamente, la UBS ha annunciato la sua intenzione di cancellare un debito di 19 miliardi franchi svizzeri. Nonostante le considerevoli somme di denaro menzionate, sono stati in molti quelli che hanno interpretato questo gesto come un segno che il peggio è ormai passato per quanto riguarda la crisi bancaria.
Gli istituti di credito hanno ribassato il rischio di insolvenza dopo l'annuncio della UBS e la capacità che la banca ha mostrato di saper raccogliere capitale.  L'annuncio della Lehman Brothers riguardo alla vendita degli azioni ha certamente dato una spinta ai mercati. Tuttavia, a causa di brutte notizie riguardo alla situazione difficile che gli istituti di credito stanno affrontando, ci sono state molte barriere che i mercati hanno dovuto superare durante il resto della settimana.

Il sondaggio che ha condotto la Banca d'Inghilterra ha indicato che la disponibilità di credito non assicurato è previsto di diminuire e la disponibilità di credito assicurato è previsto di diminuire ancora di più. Anche se i banchieri centrali sono in controllo di questa crisi, gli effetti e le conseguenze di questa situazione sono una minaccia per l'economia nazionale. Le società di prestiti ipotecari stanno rifiutando degli accordi quasi quotidianamente. Potrebbe essere soltanto una questione di tempo prima che i consumatori cominciano ad agitarsi.
 
Anche se con i suoi interventi dramatici, Ben Bernanke ha possibilmente soppresso (per ora) questa crisi, la possibilità che questa situazione si spargerà sul resto dell'economia rimane. Secondo lui, da questo momento in poi, tutto dipende dal tasso di svalutazione del valore delle case negli Stati Uniti. Si può dire lo stesso sui mercati immobiliari nel Regno Unito e nel resto d'Europa. Comunque, per ora, i commenti della Fed indicando che l'economia Americana si riprenderà più tardi quest'anno e che continuerà a rinforzarsi nel 2009.
 
I dati tanto attesi riguardo ai salariati hanno indicato non solo dei valori inferiore dell'ultimo mese, ma inferiori anche delle stime di consenso. Questo è il terzo mese in fila che i dati dei salariati hanno indicato un declino. L'unica volta che questo è successo è stato nella primavera del 2001, il quale in retrospettiva, ha segnato l'inizio di una breve recessione negli Stati Uniti. Anche se ci sono state delle previsioni che i mercati azionari mondiali si sareberro mossi al ribasso, sono riusciti a mantenere i loro guadagni per il resto della settimana.

Attualmente, le brutte notizie potrebbero ancora avere un effetto sui mercati azionari. I banchieri centrali ed i politicanti situati su entrambi i lati dell'Atlantico stanno facendo di tutto per combattere il flusso di figure economiche negative, ma i traders non si sono fatti ingannare. Sembra che stanno già prevedendo una recessione negli Stati Uniti ed almeno una contrazione nel Regno Unito.

Questa settimana, non ci saranno alcuni annunci il Lunedì. Il rilasico del verbale della riunione della FOMC il Martedì, darà una spinta al movimento dei mercati. Il consenso generale è che il tasso Americano sarà ridotto ulteriormente, ma ci sono altri che hanno dei dubbi seri e che non credono che il tasso sarà ridotto ad un valore al di sotto del 2%. Il Mercoledì mattina saranno rilasciati i dati riguardo alla produzione industriale nel Regno Unito.
Il Giovedì ci saranno 6 annunci economici importanti. Il primo annuncio indicherà le decisioni fatte per quanto riguarda ad una riduzione nel tasso di interesse nel Regno Unito e nel resto dell'Europa. Secondo alcuni analisti ci sarà una riduzione nel quarto trimestre. Gli ECB sono previsti di mantenere la loro posizione rispetto alla lotta contro l'inflazione e di mantenere le stesse rate. Il presidente della ECB farà un discorso dopo che la loro decisione verrà annunciata. Nello stesso tempo, saranno rilasciati i dati riguardo al commercio negli Stati Uniti ed anche il tasso di disoccupazione negli Stati Uniti. Il presidente della Fed, Bernanke farà un discorso più tardì nel pomeriggio lo stesso giorno.

Per trarre vantaggio dal movimento dei mercati questa settimana vi suggerisco di acquistare una scommessa 'One Touch' tramite il sito www.betonmarkets.it o www.betonmarkets.com sull'Indice Nasdaq Composite prevedendo che questo indice toccherà il 2395 in qualsiasi momento durante i prossimi 10 giorni. Questa scommessa vi potrebbe dare un rendimento di 15%.


Explore the seven wonders of the world Learn more!
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl