San Marino, Tutela privacy, trattamento e protezioni dati, fanno crescere l’azienda

10/mag/2019 12:46:52 Skema Contatta l'autore

 

Proteggersi dal cyber crime, migliorare procedure interne dell’impresa, comunicare e lavorare in sicurezza nel mercato internazionale. Le opportunità aperte dalla nuova legge sula privacy della Repubblica della Libertà

San Marino, 10 maggio 2019 – In ogni Stato rispondere e rispettare le richieste di nuove leggi e regolamenti rappresenta certamente un obbligo per tutti i soggetti, aziende, privati cittadini o professionisti, a cui si rivolgono. Ma nel caso della nuova normativa (L171/2018), per la protezione delle persone fisiche e trattamento dei dati personali, con standard equivalenti a quelli UE e internazionali, per le oltre 7 mila imprese, 300 tra commercialisti o revisori di conti e 200 avvocati del Titano, si aprono nuove opportunità. Prima tra tutte, quella di alzare fino a livelli 4.0 la propria sicurezza informatica.


 

Infatti su una nuvola o su un hard disk ricoveriamo e aggiorniamo in tempo reale, attività e memoria di un’azienda. Una cassaforte al centro degli attacchi dei pirati della rete, come spiega Paolo Rosetti,Chief Excutive Officer & DPO della società “Consulenti Privacy Srl”: “Lo scorso anno nel mondo c’è stata una vittima di attacchi informatici al secondo e i Italia sono state 16mila le aggressioni su vasta scala alla rete.  La legge sulla privacy alza il livello di protezione e sicurezza della rete informatica di imprese e professionisti e la nostra consulenza non si limita alla sola installazione di software di protezione, ma alla formazione di chi ogni giorno opera con questi strumenti”.


 

Aspetto non secondario visto che un’impresa cliente di “Consulenti Privacy”, “San Marino FotoCine”, è stata oggetto due anni fa di un attacco informatico al suo data base b2c e b2b e piattaforma e-commerce. Risultato giorni di loro persi, attività bloccate, costi e mancati guadagni. Eventualità scongiurata per il futuro con l’adozione degli strumenti protettivi resi necessari dal nuovo testo sulle privacy sammarinese. Mentre l’amministratore di “DBCOM Consulting e Services” Roberto Beleffi, azienda B2B di forniture informatiche, indica due elementi positivi nati dall’adozione guidata da “Consulenti Privacy” del L171/2018: “Siamo più trasparenti, clienti e fornitori sanno come trattiamo le informazioni che li riguardano e ci hanno dato il loro consenso a farlo. In più buona parte del nostro lavoro è fuori Repubblica e oggi dialoghiamo tranquillamente con ogni soggetto italiano e UE e con le loro banche dati”.


 

Insomma, da quest’anno anche sul Titano arrivano banche dati organiche, facili da utilizzare e data recovery protetti dai cyberattacks. Fatto da non sottovalutare, preso atto dell’introduzione nella legge del concetto di accountability, cioè di responsabilità verificabile, da parte di chi conserva e tratta i dati. Con conseguenti sanzioni, per chi non osserva la norma, in grado di arrivare fino a 10 milioni di euro o a all’equivalente del 4% del fatturato annuo.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl