Microsoft brevetta la censura

Microsoft brevetta la censura Fonte: www.pubbliway.com L'ultima trovata proveniente da Redmond è una tecnologia che riconosce le parole sgradite e che le distorce.

22/ott/2008 14.25.54 Pubbliway Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Fonte: www.pubbliway.com

L’ultima trovata proveniente da Redmond è una tecnologia che riconosce le parole sgradite e che le distorce. Il software progettato da Microsoft analizza in tempo reale il flusso vocale ed è in grado di riconoscere parole o fonemi che sono giudicati inappropriati.

Il brevetto di Microsoft fu depositato già nel 2004 e finalmente l’United States Patent and Trademark Office lo ha approvato. L'Ufficio brevetti statunitense ha riconosciuto a Microsoft i diritti di sfruttamento dell’invenzione denominata sistema di “censura automatica dei dati audio”.

Da Redmond promettono che sopperirà alla vigilanza dell'uomo e consentirà ai programmi in diretta di fluire liberi. una volta epurati dai contenuti audio più sconvenienti.

Le voci sulle possibili applicazioni...

Leggi tutto l'articolo su www.pubbliway.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl