World Class Manufacturing

Ma cosa si intende per WCM?

07/ott/2010 16.09.24 LC lean Consulting Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Nelle ultime settimane abbiamo sentito molto parlare del piano di rilancio della Fiat. Spesso i giornali e la televisione si sono soffermati esclusivamente sugli aspetti politico sindacali del tema, senza approfondire le questioni e le filosofie industriali.

Approfondiamo l'argomento con Lorenzo Compagnoni di LC lean Consulting, manager e consulente che per storia ed attenzione professionale è sempre stato sensibile a queste tematiche, che trovano la loro fonte primaria nella Toyota e nel “Lean Thinking” .

"La questione FIAT è balzata sulle prime pagine di tutti i quotidiani, ma non è sicuramente nuova.
Alcuni anni fa in un Summit di Confindustria a Torino, Marchionne affermò in modo chiaro: «In Italia si parla molto. Ma, poi, c'è il momento di agire. Abbiamo ancora due o tre anni per completare la ristrutturazione basata sulla filosofia Toyota del World Class Manufacturing (WCM)».

La questione della nuova Panda, da costruire a Pomigliano, nasce dal fatto che l’attuale modello è costruito in Polonia nello stabilimento di Tychy, nel quale è già ampliamente applicata la filosofia e la metodologia del WCM .
Lo stabilimento Polacco ha segnato i miglioramenti più sensibili in fatto di qualità e produttività di tutti gli stabilimenti Fiat in Europa".


Ma cosa si intende per WCM? Quale la filosofia guida di questo sistema? 


"Il WCM si pone l'obiettivo di sviluppare, a livello di eccellenza, le prestazioni dei sistemi operativi/manufacturing aziendali.
Concepito come un'innovativa filosofia di gestione e organizzazione delle fabbriche, il WCM si propone di:

  • attaccare gli sprechi e le perdite di qualunque tipo
  • coinvolgere tutte le persone che operano a tutti i livelli nell'organizzazione aziendale
  • applicare con rigore maniacale le regole, le metodologie e gli strumenti del WCM
  • diffondere e standardizzare i risultati ottenuti

Quattro i concetti chiave che identificano questa strategia:

Total Quality Control  (TQC)
Total Productive Maintenance  (TPM)
Total Industrial Engineering  (TIE)
Just in Time  (JIT)


Il livello di eccellenza dell'intero ciclo logistico-produttivo raggiunto con queste metodologie non ha eguali sul mercato. Tale livello è certificato dalle performance aziendali e da una migliore competitività dei prodotti.

L’applicazione degli strumenti e delle metodologie trae la propria forza dal coinvolgimento delle persone e dall’investimento sulle loro competenze. Il ruolo delle risorse umane a tutti i livelli, ai quali questo sistema di produzione richiede di essere polifunzionali e polivalenti, diventa dunque fondamentale per l’obiettivo della qualità al primo colpo, indicato come l’unico modo per coniugare qualità e competitività.

Sicuramente Fiat perseguirà questa strategia per i suoi stabilimenti - conclude Compagnoni - ma chiederà ai propri fornitori diretti e indiretti l’applicazione di tale filosofia, per garantire la Qualità e la Competitività del prodotto finale.

La LC lean Consulting, da sempre sensibile a queste tematiche, è a disposizione delle aziende decise ad intraprendere un percorso di miglioramento continuo.
Un punto di riferimento importante perimplementare la produttività aziendale".

Lorenzo Compagnoni

LC lean Consulting

www.lcleanconsulting.eu

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl