ICAM e AILE AL BROOJ COMPANY, un progetto di ricostruzione comune.

27/ott/2011 15.11.27 RINALDI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Un vento nuovo soffia in Libia. La caduta del regime di Gheddafi ha inaugurato un nuovo capitolo: la fase di transizione guarda alle opportunità di ripresa che incentivano la ricostruzione e lo sviluppo strutturale del Paese.

Un ambiente socio-politico “esplosivo” ma questa volta caratterizzato dalla voglia di ricostruire il Paese con spirito innovativo, in linea con il mercato globale.

“Siamo più che fiduciosi che si possa presto arrivare a un progressivo rilancio dei rapporti commerciali con la Libia.” – spiega Giuseppe Bianco – Responsabile Commerciale, argomentando: “Abbiamo già ricontattato il nostro partner AILE AL BROOJ COMPANY che mostra grande fermezza e impegno a ricreare le condizioni per una celere ripresa della distribuzione delle soluzioni ICAM nel Paese.”

Uno stretto legame quello con la società AILE AL BROOJ COMPANY, distributore esclusivo per la Libia, che in passato ha segnato importanti obiettivi tra cui, il più emblematico, la fornitura di oltre 300 archivi rotanti a marchio ROTAR per un importo superiore a 3 milioni di Euro

Con il desiderio di “archiviare” definitivamente i recenti conflitti, si guarda al futuro, verso un progetto di ricostruzione comune.

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl