Bonfiglioli e le sue strategie per la leadership nella meccatronica

20/feb/2017 22:53:49 IP Report Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La frontiera, per il Gruppo Bonfiglioli, è a Rovereto (Trento). Il futuro dell’azienda passa di lì. Perché la selezione, tra coloro che si occupano di trasmissioni di potenza, dipenderà parecchio dall’applicazione dell’elettronica alla meccanica di precisione. È un passaggio necessario; ed è bene che si svolga nei tempi opportuni, perché il mercato, nel medio periodo, “riconoscerà i suoi”. Lo pensa, e lo afferma da qualche anno a questa parte, la presidente Sonia Bonfiglioli. Che ha puntato sul Trentino e sul “Bonfiglioli Mechatronic Research”, polo specializzato nella ricerca meccatronica. «Agli inizi, sei anni fa – afferma la presidente – si trattava di spazio destinato alla sperimentazione, alla ricerca di soluzioni all’avanguardia e dall’alto grado di innovazione, frutto dell’interazione tra informatica, elettronica, elettrotecnica e meccanica. Lì abbiamo sviluppato i nuovi motori brushless a magneti permanenti e una serie di riduttori epicicloidali a gioco ridotto che offrono funzionalità complesse ad alto rendimento. Per realizzare questi ultimi abbiamo acquistato una Fässler, un macchinario piuttosto sofisticato. Di fatto, a maggio del 2015 l’unità sperimentale era composta da 35 addetti. Poi si è passati alla produzione».

 CONTINUA

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl