Scelta della lama per il seghetto alternativo

24/lug/2012 11.45.38 Carlotta Tinti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Chi pratica il fai da te avrà sicuramente avuto modo di utilizzare un utensile chiamato seghetto alternativo: è un seghetto elettrico simile a quelli usati per il taglio in serie e dotati di lame industriali. La lama si muove in senso longitudinale e alla base del seghetto è presente una guida di scorrimento fissata al seghetto stesso. La scelta della lama del seghetto dipende da molteplici fattori tra cui il tipo di materiale da tagliare e il suo spessore. Ad esempio a seconda che si tagli legno o metalli la geometria della dentatura della lama è fondamentale. Nelle macchine industriali le lame montate su guide per macchine utensili hanno dentature diversificate per il materiale che trattano. Così anche sui seghetti portatili una dentatura poco fitta è indicata per tagliare materiali teneri mentre una lama con denti più piccoli e vicini tra di loro è l'ideale per materiali metallici. Altri elementi che differenziano le lame per seghetto sono il tipo di acciaio di cui sono composte, le dimensioni della stessa e soprattutto la durezza dei denti. La resistenza all'usura è molto importante e varia in rapporto al materiale di taglio e dall'attrito della lama con lo stesso. Una lama per materiali legnosi avrà probabilmente un mantenimento del taglio più lungo (anche se il suo acciaio è più duttile) rispetto a una lama adibita al taglio di materiali caratterizzati da una durezza maggiore come quelli metallici.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl