Agrisphera: tracciata la linea di sviluppo per l'innovazione nell'agroalimentare. A delineare la strada il pensiero visionario di Jacques Attali

Agrisphera: tracciata la linea di sviluppo per l'innovazione nell'agroalimentare.

Persone Davide Paterlini, Monti, Jacques Attali
Luoghi Roma, Italia, Africa, Asia, Germania, Malta, Stati Uniti d'America
Organizzazioni Coldiretti, Confagricoltura, CIA
Argomenti agricoltura, economia, politica

19/dic/2011 15.04.11 Alessandra Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Roma, 16 dicembre 2011 – Si è conclusa oggi la due giorni di Agrisphera, (www.agrisphera.com) l’innovativo marketplace dedicato all’alimentare organizzato da GL events Italia-Lingotto Fiere.

Momento clou della giornata di oggi, venerdì 16 dicembre, è stato l’intervento dell’economista francese Jacques Attali, con lo speech “Agro-business in the future” in cui ha sottolineato la necessità da parte delle aziende del settore agroalimentare di rinnovarsi per venire incontro alla crescente domanda di prodotti.

Tra i punti toccati dall’economista francese, atteso nel pomeriggio da un incontro con il premier Monti: il ruolo delle donne nell’agricoltura del futuro, subordinato alla conquista del diritto di proprietà della terra, soprattutto in Africa e Asia; la necessità di sviluppare il microcredito e la rivoluzione mobile intelligente, principalmente nei Paesi in via di sviluppo, dove il cellulare è il media più diffuso; una gestione più equilibrata delle risorse, in particolare dell’acqua (oggi il 70% delle risorse idriche viene utilizzato per uso agricoli).

Jacques Attali ha poi parlato di biotecnologie e di smart grid, citando le esperienze maturate nel campo da Malta, capofila dell’innovazione sotto il profilo agricolo, insieme con Germania e Usa.

La seconda giornata di Agrisphera ha visto gli interventi anche delle tre associazioni professionali agricole: CIA, Coldiretti e Confagricoltura. Oggetto di confronto sono state la riforma della PAC – Politica Agricola Comunitaria, la necessità di dare vita a una politica agricola nazionale forte, capace di tutelare un settore simbolo del Paese, e le strategie in materia di internazionalizzazione.

Il progetto Agrisphera vivrà una seconda fase nel 2012, con l’avvio di una serie di laboratori itineranti, ispirati alla metodologia ABE – Accelerated Business Experience.

****

 

Press info:

Davide Paterlini - Binario Comunicazione - tel. +39 0521.1910211, mobile +39 345.5769937, e-mail: press@agrisphera.com

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl