Diminuire la tassa sullo smaltimento dei rifiuti nelle zone rurali e riqualificare il complesso di San Pasquale, ecco le prime idee messe sul tappeto dal consigliere comunale Emilio Moschella.

Diminuire la tassa sullo smaltimento dei rifiuti nelle zone rurali e riqualificare il complesso di San Pasquale, ecco le prime idee messe sul tappeto dal consigliere comunale Emilio Moschella.. Comunicato stampa Diminuire la tassa sullo smaltimento dei rifiuti nelle zone rurali e riqualificare il complesso di San Pasquale, ecco le prime idee messe sul tappeto dal consigliere comunale Emilio Moschella.

Persone Laurenzano, Emilio Moschella, San Pasquale
Luoghi Italia, Atripalda
Organizzazioni Misericordia
Argomenti politica, edilizia, cristianesimo, lavoro

07/mar/2012 11.57.52 antonella russoniello - link comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


Comunicato stampa

Diminuire la tassa sullo smaltimento dei rifiuti nelle zone rurali e riqualificare il complesso di San Pasquale, ecco le prime idee messe sul tappeto dal consigliere comunale Emilio Moschella.

Ha deciso di iniziare a tastare il polso dei cittadini atripaldesi il consigliere comunale Emilio Moschella che - in virtù delle deleghe ricevute dal Sindaco Laurenzano alle Periferie, Lavoro, Protezione civile, Commercio e Cimitero - ha da sempre scelto di agire concretamente per la risoluzione di problemi quotidiani dei suoi concittadini.
Proprio da un giro di incontri con gli atripaldesi sono iniziate ad emergere alcune istanze che Moschella ha deciso di fare proprie e di portare avanti nella convinzione che si tratta di richieste giuste e ragionevoli.
Innanzitutto il problema della tassa sullo smaltimento dei rifiuti solidi urbani. “Dai colloqui con i cittadini - spiega Emilio Moschella - ho capito che sarebbe giusto ripristinare quello sconto sullo smaltimento dei rifiuti solidi urbani che vigeva prima dell’inizio della raccolta porta a porta. Da una parte, infatti, è vero che effettuarla in zone periferiche è più costoso, dall’altra però va detto che tali abitazioni sono spesso delle seconde case o, quando sono abitate, lo sono da nuclei familiari composti prevalentemente da due persone o, ancora, se sono abitate da agricoltori questi hanno la buona abitudine contadina di riciclare gli avanzi di cucina come cibo per gli animali e bruciare legna e residui vegetali. Insomma è ragionevole pensare che a questi utenti si possa riconoscere nuovamente questa riduzione nel pagamento della tassa, tanto più necessaria in questo momento se si pensa a quanto peserà sui bilanci familiari l’IMU introdotta dal Governo Monti».
Da riprendere e riqualificare il complesso conventuale di Rampa San Pasquale, collocato in una posizione strategica rispetto al centro abitato della città del Sabato ed idoneo, pertanto, a diventare sede di alcuni importanti servizi. «Nel complesso di San Pasquale - continua Moschella - sarebbe giusto creare un laboratorio artistico-creativo per i giovani, allo scopo di creare una nuova comunità culturale e favorire quelle espressioni artistiche nascenti che, pur presenti nel nostro territorio, tuttavia rischiano di spegnersi per mancanza di luoghi dove provare, confrontarsi e creare. Sempre nel complesso di San Pasquale riterrei auspicabile la collocazione di uno sportello della Misericordia di Atripalda dove poter erogare alcuni servizi come, ad esempio, la misurazione della pressione arteriosa o altri semplici servizi per i cittadini».
Sempre allo scopo di raccogliere suggerimenti ed istanze dalla popolazione atripaldese, Moschella sarà presente ogni pomeriggio dalle 16 alle 20 in Via Roma n. 60, presso la nuova Segreteria cittadina di Alleanza per l’Italia, cui il consigliere comunale ha di recente aderito. Presente anche in Rete, Moschella ha promosso un sondaggio sul suo sito www.emiliomoschella.it per creare anche una “piazza virtuale” dove discutere con i suoi concittadini.


--
|||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||
Tutte le comunicazioni inviate sono da intendersi esclusivamente come a carattere culturale, se accidentalmente dovessero pervenire a persone non interessate è sufficiente inviare una mail con oggetto "Cancellami" per essere rimossi dalla mia mailing list.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl