Guardare prima la salute, e poi il tatuaggio.

23/apr/2012 17.12.39 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Quante volte avete pensato "questa è la volta buona che mi faccio un tatuaggio", ma poi effettivamente molti non hanno il coraggio di farseli, e adesso che viene avanti l'estate moltissime persone si concedono lo sfizio del tatuaggio finto; per capirci quello che sulla spiaggia i molti ambulanti fanno con l'henné. Un recente studio ha dimostrato che spesso gli elementi con cui sono fatti questi tatoo possono essere nocivi per la pelle.

Certo a volte provoca solo un leggero prurito, ma altre volte il malcapitato è stato anche ricoverato all'ospedale per intolleranza al prodotto. Questo perche al semplice henné viene aggiunta la parafenilendiammina  per rendere più nero, colore che nel tatuaggio viene appressato di più, al marroncino dell' henné.

Ma rischiare per rischiare meglio lasciarsi andare e farsi un vero tatuaggio di quelli belli, magari piccolino che non si noti più di tanto, ma che in spiaggia viene comunque scoperto. Se ad esempio se eseguite una ricerca in internet con le parole chiave tatuaggi farfalle, vedrete l'infinita di immagini a cui ispirarsi per questi splendidi insetti, che daranno un tocco di classe alla vostra pelle.

Anche nel caso del vero tatuaggio pero consigliamo sempre si rivolgersi a centri specializzati e certificati, dove tutti gli strumenti sono sterilizzati e non si corrono rischi per la salute. L’unica arma che abbiamo per non farsi del male è evitare materiali e sostanze di dubbia provenienza e centri non specializzati.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl