«SAFILO VUOLE MANO LIBERA». LAVORATORI VERSO LO SCIOPERO. Di Marco de' Francesco

VENEZIA - Safilo, la trattativa volge verso il peggio.

Persone Marco de' Francesco
Luoghi Venezia, Longarone, provincia di Belluno, provincia di Venezia
Organizzazioni Santa Maria di Sala
Argomenti lavoro, sindacati

05/giu/2012 00.49.25 IP Report Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

VENEZIA – Safilo, la trattativa volge verso il peggio. Benché, infatti, lo strappo definitivo ancora non sia ufficiale, le parti sono in trincea e già pensano a contromisure. In particolare l'altro ieri i sindacati hanno chiesto ai lavoratori dello stabilimento di Santa Maria di Sala (Venezia) carta bianca per unosciopero di otto ore nel caso in cui l'azienda non torni indietro sui propri passi. Secondo i sindacati, infatti, nell'ultimo confronto di Longarone (Belluno, 31 maggio) l'azienda ha avanzato «una proposta – si legge in un comunicato congiunto delle tre "sigle" - mirante ad avere mano libera, dopo i due anni di contratto di solidarietà, per aprire la procedura di mobilità nella gestione di eventuali eccedenze di personale».

 

CONTINUA

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl