Attiva e provocare

20/feb/2014 02.34.32 okmi.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Un mendicante viene a bussare alla tua finestra auto al semaforo . Hai due opzioni . Educatamente ignorare l' intrusione o essere scortese e urlargli di andarsene . Tu fai la seconda. Mentre l'auto si allontana ,vestito sexy, ora siete pronti a dare Rs50 . Al semaforo successivo , si cercano un mendicante e letteralmente appendere fuori dalla finestra di dargli del denaro . Tutto ciò per alleviare il senso di colpa !

Se non ci permettiamo , quindi non siamo in grado di provocare o essere provocato. Se non provochiamo , allora noi non consentiamo . Se tu non avessi urlato al mendicante al primo semaforo , non avreste sentito in colpa . Allora non avrebbe consentito il prossimo mendicante al secondo semaforo distribuendo denaro a titolo di risarcimento .

Guardiamo l'esempio della moglie di un alcolista . Si butta via la bottiglia del marito di alcol in modo che non beve . A sua volta, lei lo provoca e gli permette di combattere con lei. Poi , dopo una lotta terribile , si sente male e la necessità di compensare calci dentro Poi gli dà i soldi o , peggio ancora , una bottiglia di sostituzione . Lei ora gli consente ulteriormente . Sera dopo sera , si traveste , sembra bello e aspetta da lui per trascorrere una serata romantica con lei e la sua ricompensa per il suo amore e comprensione . Pensa che perché è stata così meraviglioso , che un giorno solo buttare via la bottiglia . Ma sappiamo tutti che lui non cambia mai e invece , finisce per ubriacarsi e picchiarla . Si tratta di un circolo vizioso di aspettative irrealistiche .

Permettiamo e otteniamo provocati che poi porta alla depressione e rabbia . Spesso , questo si traduce in un rapporto malsano tra due individui , che viene indicato come codipendenza . Quello che dobbiamo fare è quella di modificare il nostro comportamento , piuttosto che cercare di cambiare il resto dell'universo . Non possiamo costringere le persone per adattarsi nello stampo che abbiamo creato nella nostra mente per loro. Ognuno ha il proprio cammino e l'unica strada che possiamo cambiare è la nostra , non consentendo e provocando altri.

Un mio amico si lamentava amaramente come il suo grande amico lo aveva deluso , ancora una volta , tradendo una confidenza . Mi sono sentita male per lui, ma l'unica cosa che continuava a passare attraverso la mia mente era , ' Fool me una volta , vergogna su di voi . Fool me due volte, vergogna su di me . ' Perché continuare a consentire qualcuno che ti ha ripetutamente provocato in passato?

Per citare prima legge del moto di Newton , ogni azione corrisponde una reazione uguale ma nella direzione opposta . In modo da evitare le azioni che portano a risposte che causano lo stress e si spingono in cicli di auto- distruttivi e autodistruttivi . Concentrarsi su obiettivi e le persone che veramente contano . Lasciate che tutte le inutili distrazioni svaniscono , quindi in definitiva si può essere la migliore versione di se stessi . Il problema con questo approccio è che si può correre il pericolo di andare troppo lontano nella direzione opposta . Per molti di noi , le nostre relazioni sono le cose più arricchenti e importanti nella nostra vita . Ma ogni rapporto arriva a costo di una certa vulnerabilità . Non possiamo mantenere i nostri rapporti e tuttavia evitare consentendo agli altri .

Come TS Eliot scrisse una volta : " . Dobbiamo amare l'altro o morire" Il segreto , dunque , è quello di mantenere un sano equilibrio nelle nostre relazioni , in modo da ottenere i benefici di intimità senza essere eccessivamente dipendente da altri.Per maggiori informazioni sul prodotto:http://www.okmi.it/narrow/abiti-da-cerimonia-particolari-c6

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl