P/E 2010: la griffe De Simone rinasce con Benedetta

P/E 2010: la griffe De Simone rinasce con Benedetta E' tornato alla ribalta, con una collezione per la Primavera-Estate 2010, frizzante e di classe, Livio De Simone, lo stilista pittore partenopeo, noto in tutto il mondo per aver vestito negli anni '50 - '60 dive del calibro di Ingrid Bergman, Audrey Hepburn, Yvonne De Carlo e Jacqueline Kennedy Onassis.

02/ott/2009 14.45.59 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Livio de simonelivio de simone3

E’ tornato alla ribalta, con una collezione per la Primavera-Estate 2010, frizzante e di classe, Livio De Simone, lo stilista pittore partenopeo, noto in tutto il mondo per aver vestito negli anni ’50 – ’60 dive del calibro di Ingrid Bergman, Audrey Hepburn, Yvonne De Carlo e Jacqueline Kennedy Onassis. I suoi modelli, ispirati ai colori (a “Tutti i colori possibili”) e alla vitalità di Capri, rispecchiano il suo amore per la pittura e per la sua terra, sempre impetuosa e mai banale. A rilanciare il marchio Livio De Simone, scomparso nel 1995, è stata la figlia Benedetta, caparbia erede di una creatività mai sopita e di difficile imitazione.

Il 10 luglio scorso è stato inaugurato a Milano, in Via Savona 55, il nuovo showroom della griffe che fino al 10 ottobre esporrà la collezione P/E 2010 con le nuove stampe ed alcuni prodotti inediti. Il grande showroom, progettato dall’architetto Fabrizio Lepore mette in mostra anche oggetti d’epoca che raccontano la storia e la nascita del mito di De Simone, come gli stampati storici del marchio, le foto con Audrey Hepburn e Jacky Onassis e le copertine di Vogue ed Harper’s Bazaar.

La nuova collezione primavera estate 2010, composta da oltre 60 modelli e cento variazioni diverse tra combinazioni di colori e tessuti naturali (seta, cotone, lino e viscosa), rivisita e ripropone la moda-boutique di De Simone ed i suoi abiti costruiti con morbide pennellate di pigmenti . Il tripudio di tinte della nuova collezione riesce a cogliere nel segno, proponendo uno stile adatto alla modernità ma che strizza l’occhio al passato glorioso della griffe, in questo ormai continuo e collaudato (aggiungerei anche vincente) richiamo al vintage e alla belle époque del dopoguerra italiano. I colori che si rincorrono e vengono esaltati nella nuova collezione vanno dal viola al pervinca (una gradazione del blu vicina al celeste), dal rosso al blu mare al giallo limone sono adatti a fashionist di ogni età.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl