AICA, è' in arrivo Didamatica 2011: tre giorni per insegnare futuro, il programma del convegno

Allegati

19/apr/2011 12.37.04 Prima Pagina Comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Descrizione: logosmall

Descrizione: logo_blu

 

 

E’ in arrivo Didamatica 2011: tre giorni per insegnare futuro

Delineato il programma del convegno: si discuteranno i modelli didattici per il futuro, lo stato dell’alta formazione in Italia, gli skill e la formazione continua nel contesto delle richieste del mondo lavorativo odierno.  Il 4 maggio sessione plenaria straordinaria con Carlo Petrini dedicata a “Slow Food e modelli didattici” 

 

Didamatica 2011, 4 -6 Maggio Politecnico di Torino

 

Milano, 19 aprile 2011 – Si avvicina l’apertura dei lavori di Didamatica 2011, il convegno annuale sulle tecnologie informatiche per la didattica organizzato da AICA in collaborazione con il Politecnico di Torino. L’evento si svolge dal 4 al 6 maggio prossimo presso la sede del Politecnico, con il contributo del Sistema delle Università Piemontesi, dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte, di Confindustria Nazionale e Regionale e la partecipazione diretta del MIUR.

Tema centrale della manifestazione, che è da oltre vent’anni punto di riferimento per studiosi, docenti e formatori provenienti dal mondo della Scuola, dell’Università, delle Aziende e degli Istituti di ricerca e formazione pubblici e privati, sarà Insegnare Futuro.

 

Insegnare futuro, perché aprire prospettive ai nostri giovani è un tema cruciale in una stagione in cui competitività e sviluppo sembrano segnare il passo ed è necesario stmolare la crescita e la consapevolezza del ruolo fondamentale della formazione e della creazione delle professionalità per recuperare slancio e per assicurare ai nostri giovani un futuro degno”spiega Rodolfo Zich, presidente di AICA.  “La tecnologia ICT è un alleato formidabile per raggiungere questo risultato. Da un lato, essa  deve saldamente entrare nei curricula scolastici, nei processi formativi a tutti i livelli ed essere elemento chiave delle competenze professionali dei giovani che si affacciano al mondo del lavoro; dall’altro, chi opera nella formazione deve comprendere e sfruttare appieno le soluzioni che l’ICT mette a disposizione per sviluppare spazi didattici interdisciplinari, in cui intrecciare insegnamento e apprendimento all’insegna dei tempi, delle regole proprie dei mondi “virtuali” in cui i nostri giovani vivono tanta parte delle loro esperienze relazionali

 

Nell’edizione 2011 di Didamatica saranno illustrati oltre 180 tra lavori e progetti, selezionati dal Comitato Scientifico della manifestazione fra quelli sottomessi al call for paper. Il programma generale dell’evento è particolarmente ricco e prevede:

 

·                    4 sessioni plenarie dedicate ai temi della formazione, della scuola digitale, del ruolo dell'informatica nella riforma e i nuovi scenari per l’alta formazione delineati con l’avvio degli Istituti Tecnici Superiori

·                    2 relazioni invitate su argomenti di grande attualità

·                    3 workshop organizzati direttamente dal MIUR per approfondire il ruolo delle tecnologie nell'apprendimento e nella formazione dei docenti e per raccontare, attraverso testimonianze dirette, significative esperienze di Scuole

·                    22 sessioni parallele e un’area poster per consentire agli Autori di presentare i 180 contributi scientifici

·                    ...e, ancora, 6 workshop, organizzati dal Comitato di Programma, per mettere in luce esperienze e applicazioni dell'informatica applicata alla didattica.

Il 4 maggio, inoltre, si terrà presso il Salone d’Onore del Castello del Valentino una speciale sessione
plenaria “Slow Food e Modelli didattici”, con la partecipazione del prof. Carlo Petrini, cui seguirà una “Aperi-Cena”.

Nell’articolare il programma” spiega il Chair del Congresso prof. Claudio Demartini, “ci siamo posti una serie di domande. Nel contesto di scenari tecnologici in continuo cambiamento, qual è il ruolo del docente? Come deve interagire con gli allievi che “vivono” una parte rilevante delle loro esperienze nella Rete? E come integrare la propria professionalità e le proprie attività nel nuovo sistema educativo che viene delineandosi a seguito della riforma degli istituti superiori?”   Le sessioni, i workshop, le esperienze a cui diamo spazio in questa edizione di Didamatica hanno l’obiettivo di affrontare tali questioni, delineando un quadro di riferimento utile a chi fa didattica, a chi si occupa di formazione e competenze professionali, ma anche alle istituzioni che educano e formano a tutti i livelli, e agli organi che governano i processi di sviluppo sul territorio”.

Una sessione plenaria è dedicata all’alta formazione, facendo riferimento all’avvio sul territorio nazionale degli Istituti Tecnici Superiori (ITS). “Riteniamo che questo tipo di esperienze siano il contesto giusto per studiare le modalità migliori per rinsaldare il legame fra mondo della formazione e mondo del lavoro; per tale motivo abbiamo coinvolto in modo particolare il mondo delle imprese, che sono gli attori primari nel processo di elaborazione delle figure professionali di oggi e del futuro” conclude Demartini.

La partecipazione a Didamatica avviene previa iscrizione, tramite il sito: http://didamatica2011.polito.it

 

ESTRATTO DAL PROGRAMMA

 

Tra le occasioni di maggiore interesse nel programma di Didamatica segnaliamo

 

4 maggio 2011

10.30 Plenaria di Apertura: Insegnare Futuro

 

Keynote di Angelo Raffaele Meo - Politecnico di Torino

 

Tavola rotonda con Rodolfo Zich (Presidente AICA), Mariella Enoc (Presidente Confindustria Piemonte), Giovanni Biondi ( D.G. del MIUR), Francesco de Sanctis (D.G. di USR Piemonte), Giovanni Bocchieri (Consigliere MIUR), Anna Maria Poggi (Presidente Fondazione Scuola), Alessandro Barberis (Presidente CCIAA Torino), Giovanni Colombo (Dir. ISMB, Politecnico di Torino)

 

19.30 presso il Castello del Valentino, Salone D’Onore e Sala Colonne

Plenaria: Slow Food e Modelli didattici con Carlo Petrini, fondatore di Slow Food

segue Aperi-cena (su prenotazione)

 

5 maggio 2011

14.00 Plenaria Gli ITS e l’alta formazione in Italia

Invitati: Franco Patini (Confindustria), Raimondo Murano (D.G  delMIUR), Claudia Porchietto (Assessore al lavoro e formazione professionale della Regione Piemonte),

Riccardo Rosi (Unione Industriale), P.Migliavacca (IISS Maxwell di Milano), G.Maracchioni (IPSIA E.Cavazza di Roma), E. D'Orazio (IISS Antonello da Messina), società Alenia

 

6 maggio 2011

10.30 Plenaria: Insegnare il Presente: Nuovi skill e formazione continua

Keynote  di Michele Pellerey Professore Ordinario Emerito di Didattica nella Facoltà di Scienze dell'Educazione, Università Pontificia Salesiana

 

Tavola rotonda con Carlo Sangalli ( Presidente ConfCommercio), F.Patini (Confindustria), Rinaldo Ocleppo (Unione Industriale, Torino), Carlo Barberis ( Presidente UnionFormazione), Roberto Pettenello (Fondo BA), E.Pisicchio (Fondo For.Te), G.Castelli (Eni), R.Bellini (AICA), Umberto  D’Ottavio ( Assessore, Provincia di Torino), G. Borgogno (Assessore, Comune di Torino), P.Valabrega (Progetto Polymath)

 

16.00 Plenaria di chiusura: Come potenziare l’educazione scientifica e tecnologica nell’obbligo scolastico

Invitati: C.Palumbo (Direttore Generale MIUR), F.de Sanctis (Direttore Generale USR Piemonte), A.Chioccariello (CNR), R.Grimaldi (UniTo), G.Occhini (AICA), G. D’Antoni (ANDINF) Chair: M.P.Minetti (USR Piemonte)

 

 

Si segnalano inoltre i workshop su Cl@ssi 2.0, Problem Solving e Olimpiadi di Informatica, La robotica per lo sviluppo dell’Istruzione Tecnica e Professionale, La robotica educativa per una didattica laboratoriale nell’obbligo scolastico, I benefici della continuità nell’impiego della robotica educativa, Formazione Docenti, Quale informatica nella scuola superiore, Società, Informatica e Linguaggi avanzati, Formazione senza barriere: Tecnologie ed esperienze, Condivisione di Buone Pratiche.

 

 

#

 

 

AICA – Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico, è un ente non profit indipendente e la più importante associazione professionale del settore, che ha come finalità lo sviluppo delle conoscenze informatiche in tutti i suoi aspetti scientifici, economici, sociali ed educativi. Per maggiori informazioni: www.aicanet.it

###

 

Contatti

 

AICA

 

Ufficio Stampa AICA

Prima Pagina Comunicazione

Daniela Rovina, Linda Borsani

Vilma Bosticco, Caterina Ferrara

Tel. 02 76 45 50 39

Tel. 02 76 11 83 01

comunicazioni@aicanet.it

 

vilma@primapagina.it

caterina@primapagina.it

 

 

 

 

Descrizione: logo_A                                      Descrizione: logo_unito                                       Descrizione: logo_UNISG

 

 

 

http://www.primapagina.it/firma_digitale/dot.gif

Caterina Ferrara

http://www.primapagina.it/firma_digitale/logo_3.gif

http://www.primapagina.it/firma_digitale/dot.gif


Via Ciro Menotti, 11 - 20129 Milano
Tel. +39 02 76.11.83.01
Fax +39 02 76.11.83.04
Sito: www.primapagina.it
Sito mobile: www.primapagina.it/mobile

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl