Segnali di ripresa dal mondo dell’economia

Il quadro economico italiano degli ultimi mesi appare grigio e desolante; moltissime aziende hanno dovuto fare i conti con una situazione ormai insostenibile, arrivando al punto di chiudere i battenti.

Persone Monti, Silvio Berlusconi
Organizzazioni Mediaset
Argomenti economia, politica, finanza

03/feb/2012 09.55.26 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il quadro economico italiano degli ultimi mesi appare grigio e desolante; moltissime aziende hanno dovuto fare i conti con una situazione ormai insostenibile, arrivando al punto di chiudere i battenti. Oggi però, dopo tanto tempo, i mercati hanno finalmente ridato segnali incoraggianti; lo spread, divenuto l’incubo ufficiale della nazione, è sceso fino ai 380 punti, raggiungendo un valore che non si vedeva da mesi.

A far aumentare la fiducia nella ripresa ci ha pensato anche il professor Monti, che per la prima volta da quando ricopre l’incarico di primo ministro del Governo italiano, è apparso nelle reti Mediaset. Ampio il raggio delle tematiche trattate, con un accenno anche a Berlusconi, il cui sostegno è particolarmente significativo perché si pone come un importante segno di continuità.

Monti ha anche ribadito che il 2013 segnerà la fine della sua esperienza politica, ma si augura di lasciare un paese in salute, che abbia ripreso il suo percorso di crescita. Un’impresa che, sempre secondo Monti, dovrà passare attraverso una riforma del mercato del lavoro; riducendo “l’apartheid” che c’è tra chi lavora e chi invece non riesce a trovare un’occupazione, invitando i giovani ad accettare nuove sfide e a non focalizzarsi sull’idea di un “monotono” posto fisso, e soprattutto non considerando tabù l’argomento articolo 18.

Affinché alla fiducia espressa da Monti corrisponda un reale cambiamento, anche le imprese dovranno svolgere il loro ruolo, investendo in soluzioni alternative per rilanciarsi nel mercato internazionale. Alcune hanno deciso di investire nel crm per migliorare la gestione dei rapporti coi clienti; è sufficiente digitare le parole “crm mobile” su un qualsiasi motore di ricerca per trovare ottimi servizi utilizzabili anche su supporti mobili.

Sarà sufficiente per vincere la sfida lanciata dal mercato? Ci auguriamo tutti che sia così!

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl