Realizzare una casa domotica senza effettuare lavori di ristrutturazione: il Sistema radio My Home BTicino

17/mag/2012 14.56.28 Valeria Biagi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Ristrutturare l’impianto elettrico di casa per realizzare una casa domotica, senza sostenere invasivi lavori di ristrutturazione, oggi è possibile avvalendosi del Sistema radio My Home di BTicino.
Il sistema radio My Home, disponibile con estetica delle linee Axolute e Livinglight BTicino, permette di realizzare impianti elettrici capaci di gestire l’illuminazione (accensione, spegnimento e regolazione dell’intensità), l’automazione di tapparelle, la protezione della casa da fughe di gas e di acqua e il coordinamento di tutte queste funzioni attraverso un unico comando (interruttore) programmabile.
Grazie alla trasmissione via radio e agli interruttori alimentati a batteria, i nuovi dispositivi si integrano facilmente nell’infrastruttura dell’impianto elettrico tradizionale senza richiedere l’impianto di nuovi cavi elettrici.

Come funziona il sistema radio My Home

Il sistema radio My Home si basa su una rete di dispositivi che comunicano utilizzando un segnale radio. Il sistema radio My Home può essere utilizzato in qualsiasi ambiente e contesto abitativo, tutti i dispositivi dell’impianto non interferiscono con altri dispositivi elettronici presenti quali la rete Wi-Fi del computer, l’antifurto etc.

Il sistema radio My Home è utile per:

  • aumentare i punti di comando (interruttori) semplicemente applicando il nuovo comando nel punto d’interesse. Questo nuovo comando sarà collegato via radio (quindi Wireless) ad un comando/attuatore che sostituirà un interruttore tradizionale già presente nel locale. In questo modo possiamo moltiplicare in una stanza gli interruttori senza intervenire sui muri, abbattendo il disagio e il costo dell’intervento.
  • realizzare nuovi impianti con funzioni evolute, come la creazione di uno scenario, ovvero la possibilità di gestire attraverso un solo comando più azioni programmabili. Ad esempio: al mattino, al risveglio premendo un solo tasto si comanda l’apertura delle tapparelle, lo spegnimento delle luci esterne, l’accensione di quelle della camera, del corridoio e della cucina.

Esempi di applicazione del sistema radio per modificare l’ impianto esistente evolvendo le sue funzioni.

Illuminazione

Ristrutturare i locali di servizio (bagno e la cucina), ma anche altre stanze dell’abitazione, comporta ripensare i punti luce in funzione di come questi spazi verranno usati. La disposizione degli elementi, degli elettrodomestici e dei piani di lavoro porta a intervenire sensibilmente sull’impianto in essere.
Utilizzando il sistema radio possiamo aggiungere nuovi punti luce, nuovi interruttori, dimmer (regolatori di luminosità) e nuove prese, che si collegheranno via radio all’impianto presente, senza bisogno di aggiungere cavi.

Comando automatico per le tapparelle

Alzare e abbassare e tapparelle è un’attività noiosa e a volte faticosa, che si delega volentieri ad un impianto elettrico, ma spesso spaventa l’idea di dover affrontare lavori in casa che intralciano e diventano un ostacolo alla vita domestica se protratti per giorni.
Il comando per l’apertura e la chiusura delle tapparelle può essere inserito senza rompere muri e aggiungere cavi applicando l’interruttore utile che si collegherà all’impianto esistente. Gli interruttori per l’attivazione dell’impianto possono essere posizionati dove si ritiene più utile e moltiplicati secondo le esigenze. All’impianto di apertura e chiusura delle tapparelle, può poi nessere abbinata la programmazione di accensione e spegnimento delle luci in modo da evitare sprechi e massimizzare il risparmio energetico.

La sicurezza

La gestione della sicurezza della casa è una funzione utile per ogni abitazione ma può diventare essenziale in spazi vissuti da persone anziane o diversamente abili. Adattare un’abitazione alle diverse esigenze che una persona incontra con l’avanzare dell’età può essere oneroso sia da un punto di vista economico che da un punto di vista pratico.
Non dover intervenire in maniera consistente sull’impianto tradizionale, ma poter aggiungere comunque funzioni di controllo, che rivelino ad esempio le fughe di gas con chiusura automatica della tubazione, diventa un’evoluzione utile e semplice alla portata di tutti. L’impianto inoltre, collegato ad un allarme ottico/acustico, segnala comunque il problema.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl