La campionessa e la sfida con il navigatore...

La due volte medaglia d'oro olimpica Rebecca Adlington ammette di essere talmente competitiva da provare persino a battere il suo gps quando è alla guida della sua quattro ruote.

Persone Rebecca Adlington
Luoghi Londra
Argomenti autoveicoli, trasporti, informatica, sport, strada

12/giu/2012 14.31.28 flavio4 Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La due volte medaglia d’oro olimpica Rebecca Adlington ammette di essere talmente competitiva da provare persino a battere il suo gps quando è alla guida della sua quattro ruote. Rebecca ha spiegato come metta sempre lo stesso impegno in tutti gli ambiti per cercare di mantenere vivo il suo spirito competitivo.

"Rompicapi, quiz, qualsiasi cosa... mi piace anche battere il mio navigatore satellitare quando guido. Tu inserisci la destinazione e lui ti dice che la raggiungerai alle 14.44. A quel punto io penso “No, sarò lì entro le 14.43”. Sono fatta così.", ha affermato Rebecca.

Quindi, automobilisti siete avvisati: se doveste trovarvi nelle vicinanze della campionessa olimpica, non avvicinatevi troppo mentre sta sfidando il suo co-pilota nel cruscotto.

La sportiva ha inoltre annunciato che durante i Giochi Olimpici di Londra 2012 si prenderà un periodo sabbatico da Twitter per evitare tutti i commenti offensivi da parte degli altri utenti. Trova infatti molto fastidiosi i commenti denigratori del suo aspetto e non vuole che questi la influenzino negativamente durante le Olimpiadi.

In altre notizie, un esperto del settore sostiene che l’introduzione di localizzatori GPS nei veicoli potrebbe portare ad una trasformazione del modo di operare delle coperture assicurative. Essi saranno utilizzati per monitorare la guida degli automobilisti, quindi le società assicurative useranno tali dati per premiare gli automobilisti con basso premio assicurativo per la prudenza e il buonsenso dimostrati. Ciò dimostra che il possesso anche solo di un navigatore satellitare economico potrebbe influire sui premi assicurativi degli automobilisti.

Carlton Boyce, giornalista freelance che si occupa di automobilismo, teme che "nel futuro immediato li utilizzeranno per punire quegli automobilisti la cui guida viene da loro considerata rischiosa, e potrebbero persino inserire una clausola in base alla quale la copertura assicurativa del conducente potrebbe essere invalidata in determinate circostanze".

Ciò significa che se, a causa di una momentanea distrazione, un automobilista dovesse effettuare una manovra sbagliata, la sua copertura assicurativa potrebbe essere invalidata, ha aggiunto. I localizzatori GPS potrebbero informare gli assicuratori anche secondo altre modalità, ad esempio monitorando dove un veicolo si sta dirigendo o quante miglia ha totalizzato.

Al di là di questo, il giornalista sottolinea la sempre maggiore importanza dei navigatori satellitari e dei sistemi GPS nel determinare delle politiche di ampio raggio. Recentemente, ad esempio, il governo inglese ha svolto un’inchiesta sull’uso e l’aggiornamento dei sistemi GPS per garantire una maggiore sicurezza stradale in seguito ad una serie di incidenti causati da navigatori satellitari difettosi o dal ritardato aggiornamento dei lavori stradali.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl