Viscom Forum: la voce della conoscenza

05/lug/2012 17.05.42 Reed Exhibitions Italia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Viscom Italia allarga il dibattito sulle nuove tendenze grazie all’intenso programma dedicato ai Viscom Forum: convegni, seminari e workshop per lanciare scenari, linguaggi e nuovi modelli di comunicazione per crescere insieme, con la partecipazione dei grandi professionisti del settore.
Milano, 3 luglio 2012 - Viscom Italia 2012 è un’esperienza esclusiva di apprendimento e di conoscenza degli sviluppi della cultura della comunicazione visiva, dedicata alla sua viscom community per fronteggiare le opportunità e le sfide del mercato di oggi. La nuova missione dei Viscom Forum, coordinati scientificamente da MIP - Politecnico di Milano, sarà l’occasione per esplorare nuove strategie di marketing e linguaggi innovativi per andare oltre i confini del proprio business.
Un incontro annuale il Viscom Forum, da sempre contraddistinto dalla volontà di proporsi come un momento di riflessione e proiezione verso i trend futuri. “Quest’anno - dichiara Andrea Boaretto, Docente di Marketing Multicanale, MIP - Politecnico di Milano - il ciclo di seminari si arricchisce di una nuova visione. In un settore caratterizzato da una crescente diversificazione degli attori coinvolti, assume un’importanza esponenzialmente crescente la capacità di tali mondi, apparentemente distinti e attualmente distanti, di dialogare con un linguaggio comune, in grado di creare una vera condivisione e di dare vita a idee realmente innovative. A tal proposito nei seminari ci saranno contaminazioni e analisi di trend in corso tra moda, design, interior decoration e comunicazione visuale, nonché riflessioni sul ruolo del punto vendita nell'attuale contesto multicanale ed infine approcci laboratoriali volti a diffondere la cultura del "fare" comunicazione visiva anche attraverso le contaminazioni con tecnologie interattive. Ciò rappresenta la premessa per la generazione di soluzioni concrete che, con il supporto della tecnologia, siano in grado di portare valore a tutti gli stakeholder coinvolti”.
Il calendario dei Viscom Forum si apre nella mattina di giovedì 4 ottobre con tre workshop tecnici, organizzati da Photoarchitetti, l’unico appuntamento italiano dedicato alla teoria e tecnica fotografica e alla post produzione digitale in architettura e design, incentrati sui seguenti temi: il primo La gestione del colore in fotografia digitale e stampa, a cura di Giuseppe Andretta. Quante volte vi è capitato di vedere il vostro progetto uscire dalla stampante con colori totalmente diversi da quelli che vedevate a monitor? Il problema è il monitor, la stampante oppure la carta? Quasi sempre nessuno di questi ma semplicemente il fatto che gli strumenti utilizzati non sono profilati tra di loro e parlano ognuno una lingua incomprensibile con l'altra. Durante l'intervento saranno dimostrati alcuni semplici accorgimenti per ottimizzare al meglio l'intero flusso di lavoro.
Non hai molto tempo da dedicare al rendering ma devi consegnare un prodotto di ottimo impatto visivo per il cliente? Sarà l’oggetto del secondo incontro 3D fotorealistico: quando la fotografia incontra il 3D. Raffaello Folfa spiegherà come ottimizzare al massimo i vostri rendering 3D con l'aiuto di Photoshop per ottenere un eccellente effetto visivo.
Il terzo tema Non credo ai miei occhi! La percezione visiva tra realtà e finzione. Quasi sicuramente a tutti noi sarà capitato almeno una volta nella vita di percepire qualcosa come reale mentre nella realtà non esiste oppure esiste solo in parte. Durante il suo intervento Daniela Sidari racconterà i principi che regolano questi fenomeni.
Nel pomeriggio cambio di registro e lo spazio dei forum si trasformerà in un vero match di “Incontri/Scontri tra Design, Cultura e Innovazione” firmati BOXING DESIGN: Comunicazione visiva che lascia il segno! curati da Dalia Gallico, presidente SignumLab e del Corso di Laurea in Moda e Design Università San Raffaele Roma.
Il comparto dell’arte, cultura e dei beni culturali rappresenta sempre più una fonte di opportunità per la comunicazione visiva nelle sue molteplici tecnologie e applicazioni.
Come la stampa digitale abbraccia lo scenario dei luoghi della cultura? Quali sono le nuove tecnologie, materiali applicati alla comunicazione visiva per rilanciare i luoghi della cultura come musei, biblioteche, teatri? Il MATCH: CULTURE & DESIGN. Luoghi della cultura e nuovi strumenti della comunicazione visiva verterà su un serrato fuoco di domande e risposte per comprendere i cambiamenti, le opportunità e le tecnologie emergenti in un settore quello dell’arte così importante in Italia.
La moda e le sue innumerevoli personalizzazioni saranno il fil rouge del seminario MATCH: CUSTOMISATION & DESIGN. Le opportunità del comparto moda per la comunicazione. Il settore moda presenta opportunità per la Visual Communication non solo in ambito retail ma sempre più nello sviluppo del prodotto. Nella difficile congiuntura attuale, che suscita innumerevoli dubbi circa la validità di un modello di sviluppo ingombrante, rigido, standardizzato e per molti versi obsoleto, torna alla ribalta l’alternativa virtuosa dell’atelier “su misura”, capace di coniugare con agilità e duttilità arti e mestieri, interpretando creativamente le mutevoli esigenze di un mercato a geometria variabile, sfornando manufatti contrassegnati da un basso impatto ambientale e da un alto valore ‘sartoriale’. Testimonial e case history di successo presenteranno soluzioni e materiali innovativi provenienti dalla stampa digitale e serigrafia applicati ai tessuti per abiti, accessori, design, retail esclusivamente ”su misura”.
Il nuovo punto vendita, tra connessioni e relazioni, sarà il tema della mattinata di venerdì 5 ottobre, a cura di Andrea Boaretto, Docente di Marketing Multicanale, MIP - Politecnico di Milano, e Alberto Masserdotti, Amministratore Delegato Gruppo Masserdotti. L’evoluzione che sempre più in profondità interessa il mondo delle imprese e dei consumatori sta progressivamente riconfigurando la natura di un fondamentale punto di contatto tra azienda e cliente: il punto vendita. Il ruolo sempre più rilevante giocato da Internet e dai connected mobile device nel processo d’acquisto degli individui ha prodotto nuove dinamiche: se da un lato, infatti, la tendenza dei canali offline, come il punto vendita, è quella di integrare al loro interno dinamiche che coinvolgono i canali online, dall’altro la pura esperienza online si rivela talvolta insufficiente, e deve essere completata con componenti esperienziali di tipo fisico. È così che il punto vendita muta profondamente il proprio aspetto e le proprie funzionalità, trasformandosi da polo di conclusione delle transazioni a teatro di interazioni ed esperienze. La presenza in punto vendita di tecnologie che abilitano la connessione ad Internet getta un ponte verso l’esterno rispetto al mondo della marca e dei suoi prodotti, offrendo al cliente una nuova tipologia di valore. Questo nuovo modo di vivere la marca, accessibile ovunque e in qualunque momento, ha portato a parlare di everywhere commerce, a sottolineare il carattere pervasivo e intenso di questa nuova esperienza d’acquisto. L’evoluzione tecnologica, tuttavia, permette di riscoprire anche una rinnovata esperienza sensoriale offline. La presenza in punto vendita di supporti tecnologici che stimolano in modo più profondo e interattivo vista, udito, olfatto e, più in generale, la relazione con luoghi, cose e persone, permettono di offrire un’esperienza differente. A livello internazionale sono molte le imprese che sono state in grado di trasformare i propri punti vendita in spazi di interazione multicanale, ma anche in Italia non mancano aziende, fornitori e soluzioni tecnologiche in grado di supportarle, pronte a raccogliere la sfida dell’innovazione.
Vi è mai capitato di fare una presentazione e di non essere compresi? Vorreste avere quella marcia in più per creare presentazioni d'effetto?
L’incontro di venerdì pomeriggio Go Visual: come fare una presentazione d'effetto usando le immagini, a cura di William Liani di Fotolia, affronterà il grande dilemma su come fare una presentazione vincente, rompendo gli schemi e proponendo un nuovo approccio visuale. La giornata si chiuderà con il seminario Decoro, Interni, Interazione. Il ritorno del decoro negli interni apre nuove opportunità e delinea nuove modalità di socializzazione: come cogliere al meglio questa tendenza? Quali vantaggi offrono le più recenti tecniche di stampa e di recovering? Abitazioni, uffici, punti vendita sono oggi tutti ambiti in cui l’interior decoration è una componente fondamentale. La stampa digitale su carta, vetro, stoffa, ceramica, legno unita alle pellicole di ultima generazione, è in grado di replicare un’infinità di finiture materiche e rimette nelle mani dei progettisti la creatività a 360°. Il contributo degli interventi dell’Arch. Paola Silva Coronel - Docente di interni, Facoltà di Disegno Industriale, Politecnico di Milano, Dario Morelli - Marketing & Category Manager, Divisone Large Format Production Hewlett-Packard e Fulvio Rohrer - Sales & Marketing Manager Commercial Graphics & Architectural Markets 3M Italia, punteranno a delineare questo nuovo scenario e a comprenderne le dinamiche e le potenzialità. La totale libertà nella scelta decorativa è una medaglia a due facce. Porsi delle domande, ma soprattutto trovare delle risposte è l’obiettivo di questo approfondimento: partendo dal design italiano degli anni ’50, passando per le evoluzioni degli anni ‘80, ‘90 e 2000 fino ad arrivare ad oggi, per definire al meglio come il decoro sia entrato nelle nostre sfere abitative e lavorative per poter così tracciare quelle che saranno le tendenze dei prossimi decenni.
A chiudere il calendario dei seminari, sabato 6 ottobre l’incontro Old+Old=New. Le buone idee nascono da elementi "vecchi" ricombinati in cose nuove. Come guardare con occhi nuovi? A cura di Giovanni Re, Roland DG Mid Europe e Testimonial Giuseppe Biondi, Shock Line. La rivoluzione è in pieno svolgimento. La potenzialità per reinventare lavoro, mercato, prodotti o servizi è tutta intorno a noi. E' tempo di sfruttare le tecnologie a nostra disposizione, connetterci con altre persone o community per generare qualcosa di unico, straordinario, impattante e dirompente. Nel corso del seminario i partecipanti saranno guidati, da un lato, nella conoscenza delle nuove tecnologie disponibili, e, dall’altro, nella concezione di un’idea non convenzionale, ma che potrà essere immediatamente messa in produzione. Un processo passo-passo per immaginare mercati che nessuno sta guardando e trasformare le vostre idee in realtà.
Viscom Italia è organizzata da Reed Exhibitions, leader mondiale nell'organizzazione di eventi fieristici, saloni specializzati e congressi che gestisce oltre 500 eventi in 39 Paesi. Nel 2011 Reed ha riunito oltre sei milioni di professionisti appartenenti ai vari comparti industriali di tutto il mondo, creando un giro d’affari di miliardi di dollari. Attualmente gli eventi Reed si svolgono nelle Americhe, in Europa, Medio Oriente, Asia Pacifica e Africa e sono organizzati da una rete di 33 uffici con personale altamente qualificato. Reed Exhibitions lavora su 44 settori industriali tra eventi trade e consumer e fa parte del Reed Elsevier Group plc, editore leader mondiale e fornitore di informazioni, e della società FTSE 100.
Per informazioni: Viscom Italia Press Office – Nicola Mirizio – Tel. +39 02 435170.61 – nicola.mirizio@reedexpo.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl