Smartconn@, la tua città a portata di wi-fi

23/mag/2014 11:56:05 Ufficio Comunicazione HBE Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

ROMA, 23 MAGGIO - Provate a immaginare di vivere in una città facile, veloce, ecologica ed economica. Da oggi si può. Grazie al progetto smartconn@ targato HBE (Health Building Energy) avrai tutto a portata di wi-fi, sfruttando la rete pubblica in maniera gratuita attraverso la banda larga.

Le chiamano SmartCity – “città intelligenti” – e sono sempre più interconnesse, tecnologiche e sostenibili. In Europa si moltiplicano, in Italia si stanno formando.

Il modello proposto da HBE – interamente made in Italy - è unico nel nostro Paese, poiché si basa su un sistema integrato. Attraverso il patrimonio della pubblica illuminazione, infatti, consente di usufruire dei servizi relativi alla SmartCity tramite la banda larga. Viabilità, comunicazione, uffici, musei. E ancora: mezzi pubblici, sanità e istruzione. Potrai consultare orari, avere news in tempo reale, richiedere info e prenotare biglietti. Il tutto gratis sul tuo smartphone, dimenticando lunghe file agli sportelli e infinite attese al telefono.  

HBE – dichiara il Presidente Manolo Bucci – risponde alle esigenze dei cittadini soprattutto dei centri minori che potranno cogliere i vantaggi della banda larga e accedere ai servizi online della pubblica amministrazione, utilizzando app gratuite. L’idea di HBE è quella di finanziare il progetto tramite i risparmi ottenuti dall’ammodernamento della pubblica illuminazione”.

Una soluzione al passo coi tempi che permette a ogni cittadino di poter accedere gratis allo splash portal con app dedicate alla pubblica amministrazione.

Smartconn@ risulta così perfettamente in linea con il disegno di legge sui Piccoli Comuni che difende e rilancia le identità dei centri minori.

È una soluzione tecnologicamente avanzata che si può definire “verde”, poiché garantisce un sostanzioso risparmio energetico e rispetta i Criteri Ambientali Minimi previsti nel DM 23/12/2013.

Non è previsto alcun costo aggiuntivo per i Comuni che realizzeranno città 100% green; la spesa dell’illuminazione pubblica tradizionale rimarrà invariata.

Grazie a una progettazione accurata, all’alta qualità dei materiali, all’elettronica per il controllo e alla gestione dei sistemi, le città cambieranno. In meglio. 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl