Gli operai del futuro.

27/giu/2014 20.22.44 Leo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Lo sanno bene i professionisti che lavorano ai siti web Ferrara quali sono i volti della nuova manovalanza. Sicuramente il sudore della loro fronte non si potrà paragonare a quello degli operai nelle fabbriche ma lo si può sicuramente sostituire, con la vista persa a guardare i monitor dei pc con cui lavorano e delle intere giornate, domeniche comprese a finire un lavoro.

Sul web ci sono i racconti di molti di questi, qualcuno ha iniziato da giovane in un angolo di un edificio o nello scantinato di esso, magari sottopagati, per poi crescere e riuscire a mettersi in proprio. Forse qualcosa cambia nel momento in cui si mette su famiglia, o almeno per alcuni di questi è stata la motivazione che li ha convinti a dare una svolta.

Di sicuro tutti oggi hanno un passato e chi riuscito a crescere ora anche un presente, di cui poterne andare fieri. Quello che spesso molti non comprendono è la durezza di questo lavoro, qualcuno infatti a volte rinuncia alle proprie commissioni, indipendentemente da quale essa sia, se introdurre sul web un certo numero di informazioni sotto forma di articolo o riuscire modificare file audio e video, quindi parliamo di compensi ancora più altri.

Sui social network vi è addirittura una pagina dedicata a questi lavoratori del passato del presente e del futuro e persiste l'immagine di una persona, spesso vista come un nerd o come un quarantenne che indossa ancora t-shirt e jeans che passa le giornate intere a formulare e a trovare delle applicazioni necessarie.

E di fatto sono numerosi i volti che sono dietro il mondo del web perché numerose sono le specializzazioni che ci sono. E con la crisi che persiste nel nostro paese sicuramente quest'ambito ne ha risentito ma almeno non è del tutto scomparso come invece è capitato ad altri.

Si tratta di persone che la mattina non vanno a lavoro o non vanno in ufficio, semplicemente il più delle volte restano anche in pigiama, già alle 8:00 del mattino, avanti al proprio personal computer di casa. Eppure oggi li chiamano le tute blu del futuro, non hanno orari perché si autogestiscono in base al lavoro che deve essere finito.

L'esperienza di molti ricorda che in questo ambito più aziende si cambia e meglio è, in quanto così si ha la possibilità di riscontrarsi con svariate piattaforme e si riesce ad imparare più di quanto si possa riuscire rimanendo in una sola azienda. Alcuni di questi poi sono riusciti a trovare committenti americani, insomma internet che annulla e distanze riesce a collegare il mondo intero.

Esistono poi libri interi che parlano di queste persone, di questo mondo che ben poco lascia intravedere al mondo esterno. I lavori digitali comunque danno tutti l'idea di essere innovativi, non sono però facili, lo stress aumenta nel momento in cui vanno fatte più e più correzioni o nel momento in cui il cliente richiede un lavoro veloce.

 

Ma è così che sono nati molti termini che oggi fanno parte del sistema, come il content manager o il social media editor, in pratica persone che alimentano discorsi e informazioni sul web, parlando di determinati prodotti o aziende. 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl