Dead Drops:il nuovo sistema file sharing tra le mura cittadine

05/set/2014 12.18.38 E-dea Image Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
«Dead Drops» è l'innovativa rete anonima offline, che permette a tutti di scambiare dati in spazi pubblici. Icollegamenti USB vengono cementati nei muri, diventando così accessibili ai passanti. 
Chiunque è invitato a copiare sul proprio dispositivo i file presenti, mettendo contemporaneamente a disposizione degli altri i propri documenti.
Il funzionamento è molto semplice: per condividere le informazioni in maniera anonima e del tutto gratuita è sufficiente collegare il proprio computer portatile o altro dispositivo dotato di collegamento usb ai muri cittadini.
Ad eccezione del file "readme.txt" contenente il regolamento del progetto per i partecipanti, i Dead Drops (senza capacità dichiarata) sono installati vuoti ed è compito dei passanti "riempire la memoria" con contenuti interessanti.
Ci si augura però che tutti i cittadini rispettino sempre l'innovativo sistema: non dovranno né danneggiare materialmente i dead drops, né agire negativamente sui contenuti, formattando il drive o inserendo trojan o altri tipi di virus nella memoria usb.
Il termine "Dead Drops" deriva dal metodo "dead letter box" usato nello spionaggio per lo scambio di oggetti in località segrete, evitando l'incontro diretto.
Aram Bartoll (artista berlinese) risulta essere l'inventore del progetto durante la sua permanenza a New York nel 2010.
E' possibile infine aderire a questo sistema, installando un Dead Drops nel proprio quartiere, seguendo le istruzioni qui pubblicate: https://deaddrops.com/dead-drops/participate/

Let's share!
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl