Comunicato Stampa: Appuntamento a OMAT

Comunicato Stampa: Appuntamento a OMAT Appuntamento a OMAT: Associazione PLIO, Adobe e Microsoft parleranno agli utenti di formati standard e interoperabilità Milano, 21 marzo 2008 - Mercoledì 2 aprile, nell'ambito di OMAT Milano 2008, Associazione PLIO, Adobe e Microsoft parleranno agli utenti di formati standard e di interoperabilità nel corso della sessione "La sopravvivenza delle informazioni di domani dipende dal formato di oggi" (www.omat360.com/milano2008/07_Formato.htm).

21/mar/2008 12.49.00 Italo Vignoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Appuntamento a OMAT: Associazione PLIO, Adobe e Microsoft parleranno agli utenti di formati standard e interoperabilità

Milano, 21 marzo 2008 - Mercoledì 2 aprile, nell'ambito di OMAT Milano 2008, Associazione PLIO, Adobe e Microsoft parleranno agli utenti di formati standard e di interoperabilità nel corso della sessione "La sopravvivenza delle informazioni di domani dipende dal formato di oggi" (www.omat360.com/milano2008/07_Formato.htm). La partecipazione è gratuita previa iscrizione sul sito della manifestazione all'indirizzo: www.omat360.it/iscrizione.

Dopo una prima introduzione sulla certificazione dei formati standard e una seconda sull'importanza dell'interoperabilità, Adobe parlerà del PDF, standard ISO/IEC, Microsoft parlerà di OOXML, standard ECMA, e l'Associazione PLIO parlerà di ODF, standard ISO/IEC.

Il seminario, mette intorno allo stesso tavolo - per la prima volta a livello mondiale - Adobe, Microsoft e la comunità open source - rappresentata dall'Associazione PLIO, Progetto Linguistico Italiano OpenOffice.org - per discutere in modo costruttivo di quello che si può fare per andare incontro alle esigenze degli utenti. L'obiettivo è quello di spiegare con un linguaggio accessibile anche per i non addetti ai lavori perché è importante che i formati crescano e si evolvano secondo le esigenze di interoperabilità espresse dal mercato.

Download

OpenOffice.org 2.3.1 in italiano: http://it.openoffice.org/download/
Modelli in Italiano: http://wiki.services.openoffice.org/wiki/Modelli
OpenOffice.org nelle altre lingue: http://download.openoffice.org
Estensioni per OOo: http://extensions.services.openoffice.org

L’Associazione PLIO, Progetto Linguistico Italiano OOo, raggruppa la comunità italiana dei volontari che sviluppano, supportano e promuovono la principale suite libera e open source per la produttività negli uffici: OpenOffice.org. Il software usa il formato dei file Open Document Format (standard ISO/IEC 26300), legge e scrive i più diffusi tra i formati proprietari, ed è disponibile per i principali sistemi operativi in circa 100 lingue e dialetti, tanto da poter essere usato nella propria lingua madre da più del 90% della popolazione mondiale. OpenOffice.org viene fornito con la licenza GNU LGPL (Lesser General Public Licence) e può essere usato gratuitamente per ogni scopo, sia privato che commerciale.

PLIO, Progetto Linguistico Italiano OpenOffice.org: http://www.plio.it. Vola e fai volare con i gabbiani di OpenOffice.org: usalo, copialo e regalalo, è legale!
Per informazioni: Italo Vignoli (348.5653829), ufficiostampa@plio.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl