National Instruments offre ora oltre 6000 driver per il controllo strumenti

National Instruments offre ora oltre 6000 driver per il controllo strumenti I driver consentono di controllare facilmente gli strumenti stand-alone mediante LabVIEW e LabWindowsâ„¢/CVI Milano, giugno 2008 - National Instruments mette ora a disposizione oltre 6000 driver su NI Instrument Driver Network, la più vasta collezione di driver per strumenti.

01/ago/2008 12.49.00 National Instruments Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.



I driver consentono di controllare facilmente gli strumenti stand-alone mediante LabVIEW e LabWindowsâ„¢/CVI


Milano, giugno 2008  - National Instruments mette ora a disposizione oltre 6000 driver su NI Instrument Driver Network, la più vasta collezione di driver per strumenti. Scritti per la piattaforma di graphical system design NI LabVIEW, per l'ambiente di sviluppo integrato ANSI C NI LabWindowsâ„¢/CVI e per Microsoft Visual Studio, i driver degli strumenti consentono la connessione e il controllo semplice di strumenti stand-alone di più di 275 produttori.

Da oltre 30 anni National Instruments è leader nello sviluppo di tecnologie per l'integrazione e la connessione di computer a strumentazione stand-alone. Tramite NI Instrument Driver Network, è possibile scaricare instrument driver Plug and Play ed IVI (Interchangeable Virtual Instrument) per LabVIEW, LabWindows/CVI o Visual Studio, certificati da National Instruments, e controllare da remoto migliaia di strumenti, come gli ultimi dipositivi PXI, Ethernet, LXI, GPIB e USB. La continua collaborazione tra National Instruments e i maggiori produttori di strumenti come Agilent Technologies, Anritsu Company e Tektronix consente di sviluppare driver per una vasta gamma di strumenti che includono multimetri, oscilloscopi e generatori di segnale.

Oltre a fornire ampio supporto alla strumentazione più diffusa, la Instrument Driver Network di National Instruments include ora la API SDI-12 per LabVIEW che consente di interfacciarsi con migliaia di sensori per il monitoraggio ambientale. Il protocollo SDI-12 comunemente utilizzato per applicazioni di acquisizione dati ambientali, come il tracking delle condizioni climatiche, la raccolta e l'analisi di campioni di acqua, la ricerca ecologica, il monitoraggio del suolo e le analsi in ambito agricolo e meteorologico. Combinando l'interfaccia di programmazione di SDI-12 con la flessibilità di LabVIEW, gli utenti possono creare applicazioni SDI-12 che spaziano dalla semplice raccolta e analisi dei dati alla comunciazione automatizzata, la registrazione dati e la pubblicazione su Web.

Utilizzato a livello mondiale da tecnici e ingegneri, LabVIEW offre un'interfaccia di programmazione ad alto livello e di facile utilizzo ideale per il controllo strumenti. Il software dispone inoltre di strumenti che riducono il tempo di sviluppo quali Instrument Driver Finder, che consente di cercare e scaricare i driver da NI Instrument Driver Network all'interno dell'ambiente di LabVIEW e Instrument I/O Assistant per eseguire semplici task di I/O o creare i propri driver degli strumenti. Inoltre, i driver Plug and Play per strumenti di LabVIEW forniscono codice sorgente nativo all'ambiente di sviluppo e un modello di programmazione standard, facilitando l'aggiunta di strumenti a un sistema di test senza bisogno di imparare nuovi protocolli di comunicazione o paradigmi di programmazione.

Visita il sito www.ni.com/idnet per accedere agli oltre 6000 driver degli strumenti disponibili su NI Instrument Driver Network.

Informazioni su National Instruments
National Instruments (www.ni.com) sta rivoluzionando il modo in cui tecnici ed ingegneri possono progettare, prototipare e distribuire sistemi per la misura, l'automazione e le applicazioni embedded National Instuments distribuisce software commerciale come l'ambiente di sviluppo grafico NI LabVIEW e hardware modulare a costi ridotti ad oltre 25.000 diverse società  in tutto il mondo. Nessuno tra i clienti di National Instruments contribuisce per oltre il 3% e nessun mercato per più del 10% del fatturato complessivo, garantendo all'azienda grande stabilità  e consistenza. La sede di NI si trova ad Austin, Texas, e l'azienda ha oltre 4.800 dipendenti e filiali in 40 paesi . Nel corso degli ultimi nove anni, la rivista FORTUNE ha indicato NI come una delle 100 migliori aziende presso cui lavorare negli USA.

 

Per ulteriori informazioni stampa:
                              

Pietro Guagliardo                                                           
Media Coordinator                                                       
National Instruments Italy srl                                        
Tel 02-41309275                                                            
pietro.guagliardo@ni.com                                        

Ulteriori contatti:

Nadia Albarello
Marketing Communications Manager
National Instruments Italy srl
Tel 02-41309257
nadia.albarello@ni.com
 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl