[PR] Un nuovo Consiglio Direttivo per l'Associazione PLIO

[PR] Un nuovo Consiglio Direttivo per l'Associazione PLIO Italo Vignoli è Presidente e Paolo Mantovani è Vice Presidente Trieste, 18 marzo 2009 - L'assemblea annuale dell'Associazione PLIO, Progetto Linguistico Italiano OpenOffice.org, ha approvato il bilancio consuntivo del 2008 e il bilancio preventivo del 2009, e rinnovato il Consiglio Direttivo, che è passato da cinque a sette membri e rimarrà in carica per tre anni: il Presidente è Italo Vignoli, che in precedenza era consigliere con delega al marketing, mentre il Vice Presidente è Paolo Mantovani, che è uno tra i massimi esperti mondiali di macro ed estensioni per OOo.

18/mar/2009 17.16.28 Italo Vignoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Italo Vignoli è Presidente e Paolo Mantovani è Vice Presidente



Trieste, 18 marzo 2009 - L'assemblea annuale dell'Associazione PLIO, Progetto Linguistico Italiano OpenOffice.org, ha approvato il bilancio consuntivo del 2008 e il bilancio preventivo del 2009, e rinnovato il Consiglio Direttivo, che è passato da cinque a sette membri e rimarrà in carica per tre anni: il Presidente è Italo Vignoli, che in precedenza era consigliere con delega al marketing, mentre il Vice Presidente è Paolo Mantovani, che è uno tra i massimi esperti mondiali di macro ed estensioni per OOo.



I consiglieri sono Francesca Beatrice Cice, Roberto Galoppini, Flavia Marzano, Andrea Pescetti - maintainer del progetto - e Paolo Pozzan. Davide Dozza, che ha coordinato il progetto negli ultimi sette anni e fondato l'associazione, rimane nel ruolo di Past President e Tesoriere, e conserva il ruolo di maintainer almeno fino alla Conferenza Mondiale della Comunità OpenOffice.org - della quale coordinerà il Comitato Organizzatore - che si terrà a Orvieto a novembre 2009. Completano i ruoli i revisori dei conti Flavio Filini, Luca Menini e Piero Pedaci.



"OpenOffice.org è una realtà consolidata in Italia, e l'Associazione PLIO - con le sue attività, compresa la OOoCon Orvieto 2009 - riflette il successo della suite", ha commentato Davide Dozza. "Dopo sette anni di impegno quotidiano, lascio ad altri già attivi all'interno dell'associazione - nello spirito di collaborazione delle comunità del software open source - il compito di portare avanti il progetto, con cui continuerò a collaborare con l'entusiasmo di sempre".



"La sfida del futuro è quella di portare OpenOffice.org all'interno delle aziende, costruendo i presupposti per facilitare la migrazione dal software proprietario al software libero. Cercheremo di aggregare intorno a OOo il maggior numero di vendor, system integrator e solution provider, sempre più attenti a quella che si preannuncia come una vera e propria rivoluzione tecnologica", ha dichiarato Italo Vignoli. "I nuovi membri del Consiglio Direttivo, insieme a quelli uscenti che rimangono nel gruppo e a tutti i soci, hanno le capacità per trasformare questo progetto in realtà".



Il Consiglio Direttivo dell'Associazione PLIO si riunirà entro la fine di marzo per definire i compiti e le responsabilità al proprio interno, e approvare il programma di attività per il 2009.



Link Utili



Associazione PLIO: http://www.plio.it

OpenOffice.org 3.0 in italiano: http://it.openoffice.org/download/

Guida a OOo 3.0 in inglese (PDF): http://tinyurl.com/GuideOOo30

Modelli in Italiano: http://templates.services.openoffice.org/it

FAQ su OOo dal Newsgroup Italiano: http://tinyurl.com/OOoITFAQ

OpenOffice.org nelle altre lingue: http://download.openoffice.org

Estensioni per OOo: http://extensions.services.openoffice.org

OOoCon: http://marketing.openoffice.org/conference/



L’Associazione PLIO, Progetto Linguistico Italiano OOo, raggruppa la comunità italiana dei volontari che sviluppano, supportano e promuovono la principale suite libera e open source per la produttività negli uffici: OpenOffice.org. Il software usa il formato dei file Open Document Format (standard ISO/IEC 26300), legge e scrive i più diffusi tra i formati proprietari, ed è disponibile per i principali sistemi operativi in circa 100 lingue e dialetti, tanto da poter essere usato nella propria lingua madre quasi dal 100% della popolazione mondiale. OpenOffice.org viene fornito con la licenza GNU LGPL (Lesser General Public Licence) e può essere utilizzato gratuitamente per ogni scopo, sia privato che commerciale.



PLIO, Progetto Linguistico Italiano OpenOffice.org: http://www.plio.it. Vola e fai volare con i gabbiani di OpenOffice.org: usalo, copialo e regalalo, è legale!



--



Italo Vignoli per Associazione PLIO

tel 348.5653829 - ufficiostampa@plio.it





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl