CESIM E CENTRO DI STUDI BANCARI ANNUNCIANO UN NUOVO ACCORDO DI COLLABORAZIONE

di Studi Bancari (CSB) di Vezia (Lugano) annunciano un accordo di collaborazione

09/nov/2004 12.13.27 Seigradi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

CESIM E CENTRO DI STUDI BANCARI ANNUNCIANO UN NUOVO ACCORDO DI COLLABORAZIONE

 

Dalla collaborazione tra Cesim e Cesntro Studi Bancari nascerà SIMPrivate, il simulatore specifico per il mondo bancario e finanziario
 

 

Milano, 9 Novembre 2004 - Cesim Italia e Il Centro di Studi Bancari (CSB) di Vezia (Lugano) annunciano un accordo di collaborazione per lo sviluppo di progetti formativi basati sulle simulazioni indirizzati ai settori bancario e finanziario.

 

Secondo i termini dell’accordo, Cesim e CSB si impegneranno, in particolare, nello sviluppo di SIMPrivate, la nuova simulazione che consentirà alle banche di mettere in pratica le logiche di gestione del settore Private Banking e sviluppare le relative competenze in un settore in continua evoluzione.

 

Nato agli inizi degli anni novanta su iniziativa dell'Associazione Bancaria Ticinese per rispondere alle esigenze di formazione del sistema bancario svizzero, il Centro di Studi Bancari durante l'ultimo decennio ha considerevolmente ampliato le sue attività a livello internazionale, rivolgendosi oggi anche al sistema bancario italiano, con un’offerta ampia che spazia dall'insegnamento di base a quello specialistico; dalle problematiche finanziarie a quelle giuridiche; dall'informazione "spot" alla formazione a lungo respiro.

 

“Il rapido sviluppo di un private banking più ‘globale’, dove ingegneria fiscale, consulenza giuridica, patrimoniale e immobiliare, diventano un tutt’uno nell’offerta di consulenza, sollecita nuovi livelli di competenza. Vedo nel futuro una frontiera sempre più aperta. L’arcipelago delle banche operanti in Ticino è in movimento. Se guardiamo alla realtà del mercato finanziario italiano, le potenzialità di collaborazione si stanno moltiplicando. Da qui il nostro compito di una formazione sempre più ampia e internazionale”, ha dichiarato René Chopard, direttore del Centro di Studi Bancari.

 

“La formazione, per sua stessa natura, ha tempi lunghi e rischia spesso di inseguire i fenomeni quando questi sono già maturi o addirittura in via di esaurimento. Il nostro Centro ha di fronte questa sfida: anticipare sempre di più e meglio l’evoluzione delle esigenze del sistema bancario, garantendo quei contenuti di eccellenza che l’hanno reso competitivo nel corso dell’ultimo mezzo secolo. In Cesim abbiamo trovato un ottimo partner con cui collaborare nello sviluppo di strumenti formativi innovativi che ci consentiranno di rispondere a queste nuove esigenze di formazione, e di stimolarne lo sviluppo”, ha commentato Chopard.

 

Nata in Finlandia nel 1996, Cesim è leader nello sviluppo di progetti formativi basati sulle simulazioni aziendali e nella realizzazione di strumenti di supporto alla presa di decisioni.

 

I progetti formativi di Cesim si propongono di sviluppare le capacità manageriali di successo agendo sull’apprendimento derivante dall’azione, secondo il principio del learning by doing. Da qui lo slogan di Cesim “Practice makes profit”, la pratica genera il profitto

 

Le simulazioni sono strumenti ormai da anni utilizzati dalle aziende all’interno dei propri progetti formativi e che permettono di apprendere dall’agire direttamente in un contesto simulato. I partecipanti infatti si cimentano nella conduzione di un business virtuale in competizione con il simulatore stesso o con altri partecipanti creando un vero e proprio mercato competitivo mentre i docenti si trasformano sempre più in facilitatori di momenti di riflessione, generalizzazione e applicazione alla pratica lavorativa dell’azienda di appartenenza.

 

“In un contesto d’internazionalizzazione delle strutture bancarie e di globalizzazione dei mercati finanziari, la necessità di sviluppare competenze di successo specifiche per il settore richiedevano, peraltro, la definizione di un modello di simulazione ad hoc, che riproducesse le regole e le best practice del settore”, ha dichiarato Gianfranco Di Maira, Amministratore e fondatore di Cesim Italia.

 

“Per queste ragioni abbiamo scelto di collaborare con una struttura specifica operante nella formazione per il sistema bancario e nel Centro di Studi Bancari abbiamo trovato un partner di eccezione. L’unione delle risorse e potenzialità di Cesim con l’esperienza, le competenze e i contenuti concernenti casi di studio forniti dal Centro di Studi Bancari ci consentiranno di sviluppare un nuovo simulatore in grado di supportare efficacemente le esigenze di formazione e di sviluppo delle competenze, in un settore in continua evoluzione come quello bancario e finanziario”, ha proseguito Di Maira.

 

 

Cesim

Nata in Finlandia nel 1996, Cesim è leader nel campo delle simulazioni aziendali e della realizzazione di strumenti di supporto alla presa di decisioni. Le metodologie didattiche innovative e le tecnologie all’avanguardia adottate da Cesim consentono di predisporre piani formativi personalizzabili in base al bisogno aziendale e agli obiettivi specifici da raggiungere. Nel centro di Ricerca & Sviluppo situato a Helsinki, esperti di business, matematici e formatori collaborano per creare strumenti interattivi e multimediali, tecnologie e metodologie didattiche per mettere in grado le persone di prendere decisioni in situazioni simulate. Cesim opera direttamente anche in Italia, Polonia, Paesi Baltici e, attraverso organizzazioni partner negli Stati Uniti, in Russia e in Australia. Cesim Italia Srl, con sede a Milano, è nata nel 2001 per opera di Gianfranco Di  Maira e Marco Rosetti.

 

Centro Studi Bancari

Nato agli inizi degli anni novanta su iniziativa dell'Associazione Bancaria Ticinese per rispondere alle esigenze di formazione del sistema bancario ticinese, il Centro di Studi Bancari durante l'ultimo decennio ha considerabilmente ampliato le sue attività con il coinvolgimento del mondo fiduciario, delle assicurazioni e degli avvocati d'affari, così da contribuire alla crescita della piazza finanziaria ticinese in un'ottica di rete. 300 corsi per complessive 20'000 ore d’insegnamento impartite da 1000 docenti a più di 15'000 partecipanti; dieci curriculum di formazione che conducono a quattro attestati e sei diplomi riconosciuti dalla Confederazione; tre percorsi formativi che preparano ad altrettanti diplomi riconosciuti internazionalmente; una decina di accordi di collaborazione con Associazioni, Istituti, Università, ticinesi, svizzeri ed esteri;  tre Istituti di ricerca e di formazione (il Seminario ticinese di diritto bancario; il Laboratorio di ricerca in economia monetaria; l’appena nato istituto di diritto tributario); circa venti pubblicazioni; una ricca biblioteca di riferimento nel campo bancario e finanziario: questo è il bilancio oggettivo di 10 anni di attività del Centro di Studi Bancari che hanno seguito i primi pionieristici passi.

 

 

Per ulteriori informazioni alla stampa:

 

Alberto Viscardi

Cesim Italia Srl

Viale Fulvio Testi 223 - 20162 Milano

Tel. +39 02 66116364

Fax +39 02 6426058

aviscardi@cesim.com

www.cesim.com

Barbara Gemma La Malfa

Seigradi

Via Archimede 6 - 20129 Milano

Tel. +39.02.54020230

Fax  +39.02.54020222

barbara.lamalfa@seigradi.com

www.seigradi.com

 

Ivana Benedetti

CENTRO DI STUDI BANCARI

ASSOCIAZIONE BANCARIA TICINESE

Tel. +41 (091) 9674264

fax  +41 (091) 9674263

www.csbancari.ch

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl