13/ott/2009 11.58.31 Italo Vignoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Alla vigilia della Conferenza Internazionale e Italiana di Orvieto



Trieste, 12 ottobre 09 - L'Associazione PLIO, Progetto Linguistico Italiano OOo, annuncia che la sola versione in lingua italiana di OpenOffice.org ha superato i sei milioni di download in poco più di nove mesi, con una crescita del 171% rispetto allo stesso periodo del 2008. Nel solo mese di settembre, i download di OOo sono stati 855.450, ovvero uno ogni tre secondi (comprese le notti e i fine settimana).



Continuando a questo ritmo, il numero dei download può superare gli otto milioni entro la fine dell'anno, confermando la crescita della quota di mercato della suite, a cui InfoWorld attribuisce una percentuale del 13,5% nel mondo Windows (che in Europa è più alta del 50% rispetto agli Stati Uniti). Sommando le installazioni in ambito MacOS e Linux, la quota di mercato di OpenOffice.org supera il 15%.



In Italia, nei primi sei mesi del 2009, il numero dei download di OpenOffice.org è stato superiore del 25% (4,1 contro 3,1 milioni) rispetto al numero dei nuovi PC (fonte: Assinform e Associazione PLIO). Una conferma dello stato di salute del progetto, e dell'aumento dell'interesse nei confronti della suite da parte di privati, enti e aziende.



Sempre nel corso di settembre, il numero delle estensioni per OOo ha superato le 400 unità. Il gruppo più numeroso è quello degli strumenti linguistici, con oltre 100 estensioni che coprono non solo le lingue nazionali ma anche quelle regionali.



"Il successo di OpenOffice.org conferma la validità della strategia adottata dalla comunità, che cerca di offrire il migliore strumento di produttività individuale sul mercato", afferma Italo Vignoli, Presidente dell'Associazione PLIO. "Oggi, OOo viene scelto per la robustezza, per la familiarità dell'interfaccia utente, e per le sue caratteristiche, che ne consentono l'uso su tutte le piattaforme, compresi i netbook, che ormai rappresentano un terzo dei portatili venduti in Italia".



Link Utili



Associazione PLIO: http://www.plio.it

OpenOffice.org 3.1 in italiano: http://it.openoffice.org/download/

Guida a OOo 3.0 in inglese (PDF): http://tinyurl.com/GuideOOo30

Modelli in Italiano: http://templates.services.openoffice.org/it

FAQ su OOo dal Newsgroup Italiano: http://tinyurl.com/OOoITFAQ

OpenOffice.org nelle altre lingue: http://download.openoffice.org

Estensioni per OOo: http://extensions.services.openoffice.org

OOoCon: http://www.ooocon.org/



L’Associazione PLIO, Progetto Linguistico Italiano OOo, raggruppa la comunità italiana dei volontari che sviluppano, supportano e promuovono la principale suite libera e open source per la produttività negli uffici: OpenOffice.org. Il software usa il formato dei file Open Document Format (standard ISO/IEC 26300), legge e scrive i più diffusi tra i formati proprietari, ed è disponibile per i principali sistemi operativi in circa 100 lingue e dialetti, tanto da poter essere usato nella propria lingua madre quasi dal 100% della popolazione mondiale. OpenOffice.org viene fornito con la licenza GNU LGPL (Lesser General Public Licence) e può essere utilizzato gratuitamente per ogni scopo, sia privato che commerciale.



PLIO, Progetto Linguistico Italiano OpenOffice.org: http://www.plio.it. Vola e fai volare con i gabbiani di OpenOffice.org: usalo, copialo e regalalo, è legale!



--



Italo Vignoli per Associazione PLIO

+39 (348) 5653829 - italo@italovignoli.com





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl