Fiorino

23/set/2010 19.24.21 Syncro System Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

FIORINO FIAT ED ALLESTIMENTO SYNCRO SYSTEM.

 

Il Fiat Fiorino originale venne introdotto nel 1977. Come per molti altri furgoni della stessa epoca, la linea era caratterizzata da un parte frontale derivata da un’automobile a cui veniva attaccato un “cubo” posteriore, molto pratico ma con un impatto estetico non esaltante; nel caso del Fiorino il frontale era quella della 127, mentre il vano di carico posteriore era assai spazioso per il tipo di veicolo, con 3,2 m3 utili. Successivamente vennero utilizzati il frontale e gli organi meccanici della Panda. Nel corso del tempo subì vari restyling, fino al 2003 quando la produzione cessò.

Fu sostituito dal Fiat Doblò, un  veicolo molto più moderno, con una carrozzeria che seguiva i moderni dettami che prevedono un migliore raccordo fra la parte frontale e il vano di carico, anche se con qualche rinuncia per quanto riguarda la capacità del vano di carico.

Nel novembre 2007 Fiat Professional ha introdotto sul mercato un nuovo veicolo commerciale con lo stesso nome, nato dalla collaborazione con il Gruppo PSA,  prodotto negli stabilimenti turchi della Tofas e commercializzato con i marchi Fiat, Peugeot e Citroën.

Se si escludono le vetture “van”, come Punto, Panda, 207 e simili è il più piccolo veicolo commerciale disponibile nel mercato.

Il veicolo è basato sulla piattaforma della Grande Punto ed è disponibile in due motorizzazioni, un 1.4 Fire 4 cilindri a benzina e un diesel 1.3 16V Multijet, caratterizzato da consumi molto ridotti.

Disponibili anche versioni a GPL e metano. Quest’ultima ha avuto un buon successo fino a quando sono stati disponibili gli eco-incentivi statali, che permettevano un prezzo di vendita veramente basso: veniva infatti pubblicizzato con un prezzo di 4.000 Euro, anche se poi il prezzo reale era superiore, per quanto sempre molto competitivo.

È disponibile in versione Cargo, per le sole merci, oppure Combi, per merci e persone.

La versione Cargo è omologato per 2 persone e ha 2,5 m³ di volume interno adibito al carico merci.

Gli ingegneri della Fiat hanno fatto un buon lavoro per progettare un vano di carico assai capiente e regolare in rapporto alle misure esterne. La porta laterale, disponibile come optional, aggiunge molta praticità all’uso del furgone.

Come per tutti gli altri furgoni, le protezioni del vano di carico offerte di serie sono poco più che simboliche, molto meglio proteggere adeguatamente la carrozzeria con i rivestimenti interni, i pianali in legno o alluminio e i pannelli laterali che il gruppo Syncro System, leader nell’allestimento furgoni, ha introdotto fin dalla presentazione del veicolo.

Molti idraulici, artigiani, elettricisti trovano utile allestire il Fiorino per assistenza o installazione: le dimensioni ridotte permettono di girare e parcheggiare facilmente anche in città, e se ben allestito il furgone attrezzato permette di avere una piccola officina mobile sempre disponibile.

Per quanto riguarda l’allestimento interno del furgone, è possibile installare un metro di scaffali e cassettiere sul lato sinistro e cinquanta cm. sul lato destro, senza ingombrare la porta laterale.

Da Syncro sono disponibili scaffalature e cassettiere specifiche per furgoni, copri passaruota, contenitori in plastica, valigette portaminuterie estraibili ed una vasta gamma di accessori per furgoni come portamorsa, ganci, luci e molto altro.

Particolarmente apprezzate per l’allestimento del Fiorino sono le cassettiere sottopavimento, che permettono di lasciare libero il pianale di carico utilizzando solamente 23 cm. in altezza.

Per caricare sopra il tetto sono inoltre disponibili le barre porta tutto, i portapacchi e i porta scale, tutti con l’esclusivo profilo aerodinamico Supersilent che riduce drasticamente rumori e vibrazioni durante la marcia del furgone.

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl