Fabrizio Palenzona (ADR): Nodo Tariffe, io sono sempre ottimista

05/lug/2011 15.40.15 Phinet Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Intervento di Fabrizio Palenzona, presidente di Aeroporti di Roma, a margine della presentazione del Rapporto 2010 dell’Enac. “Il Paese non può più permettersi lungaggini e incertezze tempi”. Il Leonardo da Vinci "è di gran lunga la più grande attività economica di Roma e del Lazio. Calcolando 4mila addetti ogni milione di passeggeri, se le previsioni di crescita saranno rispettate con 100 milioni di passeggeri in più al 2030, i nuovi posti di lavoro saranno 400mila".



Per risolvere il nodo tariffe, Adr "farà tutto quello che c'è da fare". Lo ha detto il presidente di Aeroporti di Roma, Fabrizio Palenzona a margine della presentazione del Rapporto 2010 dell'Enac. Rispondendo a chi gli chiedeva un commento alle affermazioni del presidente dell'Enac, Vito Riggio, secondo cui la 'dead line' per definire le nuove tariffe è fissata al 18 luglio e che Adr deve fornire degli elementi, Fabrizio Palenzona ha risposto: "stiamo lavorando, noi faremo tutto quello che c'è da fare per fare le cose bene e nel più breve tempo possibile. Io sono sempre ottimista".

Palenzona ha poi messo l'accento sulla lungaggine e l'incertezza dei tempi che caratterizzano l'iter per la definizione dei contratti di programma: "il Paese tempo da perdere non ne ha più e questa 'malattia' non se la può più permettere".

Quanto all'aeroporto di Fiumicino, Palenzona ha ricordato che "è di gran lunga la più grande attività economica di Roma e del Lazio. Calcolando 4mila addetti ogni milione di passeggeri, se le previsioni di crescita saranno rispettate con 100 milioni di passeggeri in più al 2030, i nuovi posti di lavoro saranno 400mila".

FONTE: Virgilio Notizie

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl