Gemina, Adr presentata ad Enac bozza nuova convenzione

12/lug/2011 10.01.02 Phinet Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Gemina, ADR, Fabrizio Palenzona, presentata a Enac bozza nuova convenzione concessioni aeroportuali. Male norma ammortamenti, rende impossibile raggiungimento equilibrio economico

Gemina informa che la controllata ADR, dopo intenso e lungo contraddittorio, ha presentato oggi ad ENAC la bozza della nuova convenzione contenente la disciplina del nuovo rapporto concessorio del sistema aeroportuale di Roma, corredata degli allegati e dei contenuti del piano degli investimenti a lungo termine e di quelli da realizzare nel decennio 2012 - 2021, per importo complessivamente superiore a Euro 12 miliardi.

L’invio ad ENAC in data odierna obbedisce all’esigenza di consentire all’Ente di adottare le deliberazioni di competenza con una tempistica idonea a consentire di assolvere agli ulteriori atti e adempimenti per una efficacia attesa del nuovo assetto convenzionale dal 1° gennaio 2012.

Unitamente alla bozza della nuova convenzione, ADR ha trasmesso ad ENAC documentazione concernente la valutazione preliminare dell’impatto sull’impianto concessorio negoziato con ENAC della recentissima normativa fiscale in tema di tetto agli ammortamenti su beni gratuitamente devolvibili, dalla quale si evidenziano le difficoltà per ADR di raggiungere l’equilibrio economico finanziario della concessionaria, atteso che l’ipotesi di recupero dei gravami derivanti dalla nuova normativa si attesterebbe su livelli tariffari difficilmente compatibili con il mercato, con serie ripercussioni sulla bancabilità del progetto.

La controllata ADR sta anche svolgendo analisi e simulazioni dirette a verificare l’impatto della nuova normativa fiscale sulla attuale dinamica concessoria, in assenza della nuova disciplina di concessione, e sulla connessa situazione economica, patrimoniale e finanziaria della società, che, si ricorda, già sopporta il peso dell’indebitamento acceso per la sua privatizzazione dagli acquirenti e immediatamente trasferito sulla stessa, così come approvato dai competenti organi di Governo nel 2001. Si ricorda inoltre che a partire dal 2008 la Società ha interrotto la remunerazione del capitale dei soci. I risultati di tali analisi e simulazioni saranno sottoposti al consiglio di amministrazione di ADR, per le valutazioni di conseguenza e per l’adozione di eventuali provvedimenti e iniziative a sua tutela e a quello di Gemina che valuterà anche le implicazioni di mercato derivanti dalle incidenze della nuova normativa sul principale asset del suo patrimonio. Entrambi i consigli di amministrazione saranno convocati a breve.

FONTE: Comunicato stampa Gemina

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl