ADR: parte dal Leonardo Da Vinci l' avventura degli azzurri del basket

ADR: parte dal Leonardo Da Vinci l'avventura degli azzurri del basket.

Persone Simone Pianigiani, Fabrizio Palenzona, Leonardo Da Vinci
Luoghi Roma, Italia, Germania, Francia, Israele, Lettonia, Lituania, Stati Uniti d'America, Serbia
Argomenti sport, calcio

29/ago/2011 18.10.33 Phinet Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Aeroporti di Roma, Fabrizio Palenzona. Entusiasmo alle stelle per la Nazionale di Basket, in partenza per la Lituania, dove, dal 31 agosto al 18 settembre, si svolgeranno i campionati europei.

"Partiamo con l'entusiasmo e con la voglia di far bene che è quella che credo sia emersa anche durante questo mese e mezzo di preparazione, con lo spirito giusto e con tutti i ragazzi che hanno veramente la voglia di confrontarsi con avversari titolati, in una manifestazione così importante dove siamo all'esordio come squadra, come singoli, come esperienza e come vissuto".

Così ha dichiarato il ct della nazionale di basket, Simone Pianigiani, all'aeroporto Leonardo da Vinci di Roma, poco prima della partenza degli azzurri per la Lituania, dove dal 31 agosto al 18 settembre, si svolgeranno i campionati europei. Entusiasmo alle stelle e giocatori apparsi in forma e di buon umore al loro arrivo nello scalo romano, con i riflettori puntati in particolare sulle 4 "punte": Bargnani, Belinelli, Gallinari e Mancinelli.

"Sappiamo che tutto questo (inesperienza e squadra nuova, ndr) potrebbe pesare a livello di risultati - dice ancora Pianigiani - e noi dovremo cercare di colmarlo, con tutta questa nostra grande voglia di fare. Ci dovremo scoprire anche noi sul campo, perché, rispetto ad altre squadre, abbiamo meno profondità, meno taglia fisica, meno vissuto e siamo sicuramente nel girone più duro (l'Italia è inserita nel gruppo B con Serbia, Francia, Germania, Israele e Lettonia, ndr), però, senza fasciarci la testa, dobbiamo avere la faccia tosta di provarci e passare la prima fase".

Quanto alla prima partita dell'Europeo contro la Serbia, mercoledì, Pianigiani non fa pronostici. "L'affrontiamo con il massimo rispetto, perché è una squadra che lo scorso anno è arrivata a un tiro dalla finale del Mondiale contro gli Stati Uniti - spiega il c.t. - una squadra che ha una solidità, un' organizzazione, un sistema ormai collaudato che sulla carta lascia poche speranze, ma in realtà il senso dello sport è proprio quello di provare a ribaltare tutto questo".

FONTE: Sala Stampa Aeroporti di Roma

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl