Storia del noleggio a lungo termine

16/set/2011 12.15.22 Team for Customer Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

In Italia questo servizio è comparso alla fine degli anni 80 con tante difficoltà ed incomprensione da parte della clientela, oggi sicuramente è il futuro per l’uso di una autovettura

Alla fine degli anni 80 le Multinazionali presenti in Italia iniziarono a chiedere alle Società di noleggio contratti  a lungo termine, o meglio noleggi che durassero due o tre anni, le società italiane non erano pronte a questo tipo di richieste a differenze delle loro corrispondenti estere e sopperivano a queste richieste con contratti super scontati ma con una base di noleggio mensile. Il contratto stipulato era identico a quello di un qualsiasi cliente che chiedeva la vettura per un giorno, una settimana o max. un mese. Le vetture non potevano essere scelte da parte del cliente, ovviamente non potevano essere personalizzate, non si potevano incollare decalcomanie, e l’utilizzatore doveva rinnovare il contratto presso la stazione di noleggio ogni mese, facilmente cambiavano anche l’auto a volte in meglio a volte in peggio secondo la disponibilità e il periodo.

Le capogruppo delle multinazionali del noleggio visto l’insistenza dei grandi gruppi industriali che avevano la sede principale nei loro territori hanno costretto di creare delle divisioni per questo tipo di servizio, creando una linea divisa dal noleggio a breve.

Nascono i primi contratti creati ad hoc, la durata del noleggio partiva da 12 sino a 36 mesi, con  chilometraggio da 15000 ad un massimo di 40.000 annui, con pneumatici a consumo, tutte le assicurazioni senza franchigie , i contratti erano esclusivamente destinati alla Società di capitale, venivano escluse tutte le aziende che non avevano questa caratteristica.

 Per i primi anni i clienti erano solo le grandi multinazionali, farmaceutica al primo posto, le società di software e hardware , rarissime aziende nazionali.

 

La difficoltà di proporre questo servizio alle aziende Italiane  era creata dalla voglia di  possedere un auto, di poterla scegliere dalla concessionaria amica e contrattare l’acquisto e la restituzione dell’usato , oltre al fatto che chi doveva fare due conti sulla convenienza calcolava il canone mensile per i mesi di noleggio senza mai calcolare che nella cifra vi erano compresi tutti i servizi, bollo, assicurazione, manutenzione,  gestione ecc., quindi canone completo per 36 risultato “non conviene”.

Le Aziende Italiane che gestivano grosse flotte di autoveicoli, avevano fra i loro dipendenti anche meccanici, un implant dell’agenzia assicurativa e impiegati destinati al controllo della flotta, tutti questi costi non erano mai estrapolati ma ricadevano nella normale contabilità della azienda, non dimentichiamoci che le aziende a quell’epoca non avevano grossi problemi economici.

 

L’insistenza di particolari commerciali, veri consulenti, hanno scalfito le aziende Italiane,  che piano piano insieme ai loro consulenti contabili hanno iniziato a capire che vi era una sostanziale differenza ed oltre al risparmio anche una quantità di seccature in meno da parte del personale viaggiante, oltre a questo con le auto a noleggio diminuiva il personale che godeva di un rimborso chilometrico che  raddoppiava il salario.

 

Anche la contrattualista man mano cambiava, il prodotto è stato allargato a tutte le partite iva, alcuni hanno anche tentato verso i privati ma ancora oggi con insuccesso.

 

I concorrenti del noleggio a lungo termine ai tempi erano quindi l’acquisto, sia in contanti sia con il leasing un prodotto che aveva appena preso piede, con i dipendenti che usufruivano di un rimborso chilometrico, delle concessionarie che perdevano i loro clienti, infatti, per anni gli acquisti da parte dei noleggiatori avveniva esclusivamente presso la casa Madre della  industria  automobilistica.

 

Per  aumentare la clientela si decise di coinvolgere le concessionarie e renderle partecipe alla diffusione di questo tipo di servizio.

 

La Convenienza  del noleggio verso l’acquisto sino a 5 anni fa era notevole, perché gli sconti riservato ai noleggiatori era altissimo, oggi anche un privato può acquistare bene, i costi assicurativi erano molto bassi,  e l’usato veniva collocato bene ed in beve tempo.

 

Oggi la convenienza economica è un po’ più bassa, ma sempre molto conveniente , sia per i costi di manutenzione, ricambi, assicurazioni, oltre alla convenienza importantissima la parte di tranquillità che questi servizi offrono, auto  con difetti, furti, incidenti gravi che esonerano l’utilizzatore a perdere intere giornate per risolvere i tantissimi problemi.

 

Francesco Casiello

www.casiello.org

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl