Micro Commuter del futuro

Anche quest'anno, a dicembre, il Salone dell'automobile di Tokyo ci ha proposto modelli futuristici, che a volte sembrano davvero usciti da un romanzo di fantascienza.

Luoghi Tokyo
Organizzazioni Honda
Argomenti economia, commercio, autoveicoli, industria

28/mar/2012 20.46.45 Silvia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Anche quest’anno, a dicembre, il Salone dell’automobile di Tokyo ci ha proposto modelli futuristici, che a volte sembrano davvero usciti da un romanzo di fantascienza. Ma quale sfondo migliore di Tokyo, la città del futuro? Con i suoi grattacieli scintillanti, la pulizia e l’ordine delle strade, la folla in marcia dei pendolari e le corse mozzafiato dello Shinkansen, il treno più veloce del mondo, l’atmosfera moderna e dinamica di Tokyo conferisce un tono particolare al Salone dell’automobile.

 

In questo contesto, la Micro Commuter esibita dalla Honda, che appare abbastanza insolita ai nostri occhi, si propone come l’avanguardia dell’auto che verrà. In fin dei conti è proprio questo il ruolo dei Saloni dell’automobile, come delle sfilate di moda: mostrare al pubblico uno squarcio di futuro, ponendo le fondamenta per una trasformazione culturale ed estetiche.

 

Micro Commuter rappresenta l’apice dello sviluppo delle auto ecologiche – un percorso segnato, per la Honda, da modelli di grande successo come Accord e Insight ibrida. Ma la Micro Commuter è diversa. Innanzitutto, è un’automobile minuscola, a tre sedili. Inoltre, funziona interamente a energia elettrica, raggiungendo una velocità massima di 60 chilometri orari.

 

Al momento, un modello del genere è poco proponibile sul mercato. Il costo all’acquisto e la scarsità di punti di ricarica sul territorio rendono quest’auto un’utopia per il grande pubblico. Tuttavia, tutti i segnali indicano che questa potrebbe essere l’auto del futuro. Il graduale diffondersi di stazioni per la ricarica di motori elettrici, per esempio, ha dato una forte spinta alle vendite di questo genere di prodotti. L’aumento dei prezzi del petrolio ha reso evidente l’impossibilità di continuare ad affidarsi per sempre ai carburanti tradizionali. Il continuo avanzare della tecnologia dei motori a batterie elettriche inoltre lascia sperare in un progressivo aumento dell’efficienza degli stessi. In futuro, è possibile che le automobili elettriche abbiano gli stessi livelli di velocità e potenza delle auto a benzina, e prezzi più ridotti.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl