Il calore alla guida.

25/giu/2012 10.40.12 Andrea P Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Auto usate Civitanova Marche. Le condizioni atmosferiche incidono non solamente sulla sicurezza di guida per quanto riguarda le condizioni della strada, ma hanno un'influenza anche dal punto di vista personale sulle capacità le attitudini e la prontezza di riflessi del guidatore. Infatti a seconda del tipo di giornata e della stagione nella quale ci prova, le
condizioni psicofisiche subiscono una mutazione rispetto al tono abituale e possono essere incrementate o diminuite. A tutti infatti è capitato di verificare che alcune cose si erano mutate in certe situazioni ad esempio quando fa molto freddo o quando fa molto caldo, e questo incide decisamente sulle capacità e la prontezza che dobbiamo dimostrare alla guida. È capitato sicuramente anche di entrare in macchina intirizziti dal freddo, e trovare le proprie articolazioni e i movimenti del proprio corpo nonna perfettamente fluidi così come sono solitamente. Indubbiamente questo fattore incide sulla capacità di guida, in quanto non permette una adeguata velocità primo di movimenti che possa essere in grado di prevenire un pericolo improvviso. Per questo la temperatura dell'auto dovrebbe essere, per quanto possibile sempre più o meno equilibrata intorno ad una temperatura di esercizio giusto del fisico. Al contrario invece la temperatura molto alta ha degli effetti anche i siti deleteri sulle condizioni psicofisiche del guidatore. Soprattutto per quanto riguarda viaggi lunghi, un calore eccessivo può comportare una grande affaticamento e una sonnolenza che sono spesso fattore di grande rischio durante gli spostamenti. Soprattutto quando questi fattori di temperatura sono associati ad altri fattori più o meno esterni, come ad esempio il fattore alimentare, può capitare che si crei un corto circuito tale per cui il fisico viene messo veramente a dura prova e dove la guida diviene pericolosa. Ora soprattutto con le nuove tecnologie che sono inseriti all'interno delle automobili è molto più semplice riuscire a creare un microclima che permetta al guidatore di non sperimentare quelle sensazioni e quelle condizioni di grande difficoltà. Vari dispositivi come il climatizzatore, l'aria condizionata, e i vetri schermati che permettono un'entrata della luce mantenendo però al di fuori il calore, sono in grado di assicurare un ambiente che permetta alla persona che guida vivere trovare delle condizioni ottimali. Quando non si possiedono questi dispositivi avendo ancora una macchina vecchia, dobbiamo mettere in atto delle piccole tecniche che permettono un veloce raffreddamento dell'auto. Come prima cosa, quando l'auto è stata a lungo sotto il sole, è bene aprire i finestrini e percorrere qualche kilometro con i finestrini completamente abbassati in maniera tale che l'aria contenuta all'interno dell'abitacolo venga completamente ricambiata dall'aria più fresca esterna. Tuttavia il calore riguarda anche gli oggetti all'interno della auto, come il cruscotto, i sedili, il volante o altri punti della macchina. Per evitare che il calore riscaldi troppo queste zone che per raffreddarsi sarà necessario in tempo, dovremo mettere uno schermo davanti al vetro parabrezza in maniera tale che il sole penetri con più difficoltà all'intera della macchina e possa meno surriscaldare gli oggetti che sono contenuti.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl