Finanziamento di auto: un mondo di alternative

18/lug/2012 11.02.49 Giannina Initi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Il grande dilemma che quasi tutti dobbiamo affrontare al momento dell’acquisto di un’auto riguarda la scelta della modalità di finanziamento più adeguata alle nostre necessità. In questo articolo commentiamo le diverse formule di finanziamento disponibili per acquistare un’auto, dai prestiti bancari ai finanziamenti concessi dalle società finanziarie dell’impresa automobilistica.

Stai pensando di acquistare un’auto e il budget che hai a disposizione non è sufficiente? In questo caso, la soluzione migliore consiste nel dare un’occhiata alle opzioni di finanziamento di auto attualmente disponibili. Senza dubbio, tra le diverse alternative, riuscirai a trovarne una che risponda pienamente alle tue esigenze.

Le banche, un’opzione di finanziamento tradizionale

Le banche rappresentano una delle opzioni di finanziamento tradizionale per l’acquisto di un’auto nuova. In generale, la banca può offrire buone possibilità, in particolare a chi già dispone di particolari servizi come l’accredito dello stipendio sul conto corrente.

Ad ogni modo è necessario sapere che le banche, prima di concedere il prestito, generalmente richiedono certi documenti come l’ultima busta paga, il contratto di assunzione e/o la dichiarazione dei redditi.

Le società finanziarie dei marchi

Un’altra opzione molto diffusa per il finanziamento dell’auto è rappresentata dalle società finanziarie delle imprese automobilistiche. Queste società funzionano in modo alquanto simile alle banche, anche se a volte offrono condizioni molto più vantaggiose e più adeguate alle necessità specifiche dell’acquirente.

Ad esempio, negli ultimi anni si è affermata una nuova forma di finanziamento di auto: il leasing. Con questa formula la società finanzia solo una parte del prezzo totale dell’auto, offrendo all’acquirente la possibilità di dilazionare il pagamento attraverso rate di importo molto ridotto e, a termine di tale contratto, l’acquirente ha la possibilità di sostituire l’auto con un altro modello, ritenerla in proprietà o semplicemente restituirla.

Gli interessi: cosa bisogna sapere

Indipendentemente dalla modalità di finanziamento scelta, esistono alcuni aspetti fondamentali da avere ben chiari. In primo luogo il tipo di interesse nominale, che si riferisce al tasso d’interesse applicato sul prestito. Questo interesse è in relazione diretta con i tassi stabiliti dalla Banca centrale europea. Ovviamente, la convenienza del finanziamento è inversamente proporzionale all’entità degli interessi.

Un altro aspetto di cui tenere conto è rappresentato dalla commissione di apertura del credito, vale a dire la somma che bisogna pagare per formalizzare il prestito. È inoltre necessario considerare l’eventuale applicazione di una commissione di chiusura del prestito, nel caso in cui si decida di continuare il finanziamento ricorrendo a un’altra banca.

Naturalmente, prima di scegliere la società a cui ricorrere per il finanziamento di auto, è necessario valutare attentamente le diverse alternative e optare per quella che meglio si adatta alle proprie esigenze reali.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl