Il filtro dell’aria: a che cosa serve?

30/lug/2012 14.44.12 Giannina Initi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Impara tutti i segreti del filtro dell’aria, un componente essenziale dell’auto la cui conservazione in perfetto stato è in stretta relazione con la vita utile del motore del veicolo.

Il filtro dell’aria è un componente essenziale in tutte le auto in quanto, grazie alla sua presenza, l’aria necessaria per la combustione giunge pulita al motore. Di fatto, perché si realizzi la combustione, è necessario che l’aria si misceli al combustibile. Tuttavia, se l’aria contiene particelle inquinanti, queste ultime possono provocare fenomeni di attrito tra i differenti elementi del motore finendo, a lungo andare, per usurarlo.

La funzione del filtro dell’aria

Il filtro dell’aria è essenzialmente una cartuccia contenuta all’interno di una scatola di forma rettangolare di plastica nera situata sopra il motore. Generalmente il filtro viene realizzato con tessuti e fibre speciali che agiscono trattenendo le particelle di polvere, smog e altre particelle inquinanti appena percettibili dall’occhio umano. In questo modo, l’aria che giunge al motore è pulita.

Dopo aver raggiunto il tubo di ingresso, l’aria si miscela con la benzina. Questa miscela si dirige quindi nella camera di combustione, dove le candele di accensione generano la scintilla. Quando questa miscela viene bruciata, si crea una pressione che provoca la rotazione dell’albero a gomito che, a sua volta, trasmette questa forza alle ruote e fornisce l’impulso al movimento dell’auto.

Durante questo processo, la quantità di aria consumata dall’auto è enorme. Si stima che per ogni litro di combustibile bruciato, vengano consumati 10.000 litri di aria. Com’è possibile immaginare, il filtro purifica tutta questa aria ed è pertanto uno dei componenti dell’auto soggetti a maggiore usura.

Per questo motivo si consiglia di controllare regolarmente lo stato del filtro dell’aria, soprattutto quando si guida su strade molto polverose o nei centri urbani dove l’inquinamento è solitamente elevato. Normalmente i produttori di auto raccomandano di sostituire il filtro dopo 20.000 chilometri o, in alternativa, una volta all’anno. In realtà, talvolta i proprietari delle auto decidono di pulire il filtro usando acqua o aria sotto pressione in quanto, in questo modo, è possibile prolungare fino al 50% la sua vita utile. Tuttavia, così facendo, pongono solo a rischio il motore.

Come sostituire il filtro dell’aria?

La rimozione del filtro dell’aria consumato e la sua sostituzione con un filtro nuovo è un’operazione molto semplice che non richiede una grande competenza, né attrezzi specifici. A tal fine è necessario aprire il cofano e cercare un contenitore di plastica di forma rettangolare, che normalmente si trova sopra il motore, in una zona ben visibile. Quindi bisogna rimuovere le viti, estrarre il filtro vecchio, pulire tutta la zona usando un panno e collocare il nuovo filtro esattamente nella stessa posizione in cui si trovava il filtro precedente. È comunque importante ricordare che esistono differenti tipi di filtro dell’aria, per cui è necessario sincerarsi di aver acquistato il modello adeguato per la propria auto.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl