Yokohama: un punto sull’etichetta dei pneumatici

02/ago/2012 10.33.07 Carlotta Tinti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Yokohama, noto costruttore giapponese di Bologna gomme per auto fa il punto sulla nuova etichetta standard dell’unione europea dei pneumatici destinati all’utilizzo su macchine di serie. Attraverso questa nuova etichetta il costruttore precisa che gli automobilisti sono in grado di capire in maniera semplificata le prestazioni della gomma. L’indice principale stabilisce la resistenza al rotolamento ed è la classe energetica paragonabile a quella che si trova sugli elettrodomestici disponibili nei centri commerciali. Un pneumatico di classe A (o addirittura A+) rientra nella classe standard più alta prevista dalle norme europee, e questo significa che il tipo di coperture più efficienti sono in grado di far risparmiare un centinaio di litri di benzina  in qualche decina di migliaia di km rispetto a gomme che si trovano in classi inferiori. In realtà il miglioramento dell’efficienza al rotolamento è già in atto da molti anni da parte di tutti i costruttori ma la normativa europea che definisce una divisione in classi per quanto riguarda l’efficienza è entrata in vigore solamente nel 2012. Oltre al fattore primario dell’impatto ambientale del pneumatico gli altri due elementi sono la rumorosità del pneumatico e la tenuta sul bagnato. Quasi nessun pneumatico ha questi tre valori al massimo livello ma è possibile ottenere un buon compromesso di prestazioni se si ha l’accortezza di scegliere una marca rinomata. Per altre informazioni: cerchi in lega Bologna

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl