’aerospazio à

28/feb/2008 17.49.00 Agenzia AEROPOLIS Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Le imprese campane dell’aerospazio  alla ricerca di opportunità di sviluppo nella Federazione Russa.    Antonio Ferrara

 

Le aziende dell’aerospazio campane, in attesa che si definiscano le intese  tra Finmeccanica e Airbus  per la  partecipazione di Alenia Aeronautica al  programma del nuovo velivolo   A350Xwb,  cercano nuove  opportunità per crescere  e puntano la prua verso la lontana  Federazione Russa,  seguendo l’esempio di  Finmeccanica che  ha concluso un accordo industriale sul  velivolo Superjet100 con il colosso dell’aerospazio russo  Sukhoi.

La Provincia di Napoli, allo scopo di creare opportunità di internazionalizzazione nel mercato russo per le PMI  napoletane del comparto, ha approntato un progetto di sostegno e promozione delle aziende,  nell'ambito del programma PLAIT, il  piano finanziato dal fondo europeo di sviluppo regionale,

La Provincia  con il supporto operativo del Consorzio Technapoli,  ha  finanziato missioni per  favorire  contatti  e concrete opportunità di collaborazione con enti e aziende della città di San Pietroburgo.

La Campania ospita da alcuni giorni una  delegazione  della città russa   composta da Yaroslava Smirnova, rappresentante del governo della città e dai professori Vladimir Fetisov, dell’University of Aerospace Instrumentation e da Sergey Stazhkov della Baltic State Tecnological University. Gli ospiti  hanno visitato il Cira, facoltà universitarie, alcune imprese campane tra le quale la   DEMA e incontrato  istituzioni scientifiche come IMAST.

La signora Smirnova, giovane rappresentante del governo di San Pietroburgo, nel corso del workshop con le PMI napoletane,  ha presentato la sua città come  centro di attrazione di importanti investimenti  anche di paesi occidentali,  favoriti da una legislatura di sostegno delle istituzioni locali, da importanti preesistenze industriali  e prestigiose sedi universitarie.

Nei  laboratori degli atenei scientifici della città russa sono in corso  importanti progetti di ricerca orientati alle imprese dell’aerospazio (acustica, aerodinamica, termodinamica, motoristica e materiali compositi),  attività   sostenute da risorse  governative  e promosse dalle imprese del settore  che  hanno voluto e finanziato anche un  corso di  specializzazione aerospaziale alla Scuola Scientifica della città.

Nell’area industriale di San Pietroburgo  risiedono almeno duemila  PMI  e una trentina di grandi gruppi tra i quali Leninets, holding del settore dell'avionica  e JSC con  attività di produzione  di sistemi di Difesa e Spazio.

La visita della delegazione russa e stata preceduta nel corso del 2007 da una missione in Russia di rappresentanti della Provincia di Napoli  conclusa da  un protocollo d’intesa tra l’ente napoletano e gli organi di governo della Città di San Pietroburgo nel quale sono state  formalizzate    le modalità  del progetto di collaborazione istituzionale.

Ad agosto,  la  Provincia ha promosso i contatti tra le imprese dei due paesi in occasione dell’airshow  MAKS 2007 dove le aziende campane dell’aerospace hanno avuto la possibilità  di presentarsi  e conoscere gli operatori russi del settore.

Il progetto  si concluderà nel prossimo mese di  giugno quando a San  Pietroburgo si tireranno le somme delle attività e si spera si formalizzeranno  collaborazioni tra enti di ricerca e istituzioni universitarie e si definiranno  progetti di business tra le imprese del comparto dei due territori.

 

            27 febbraio 2008                                                                      Antonio Ferrara

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl