La Mini di Aldridge, caleidoscopio sugli anni Sessanta

Merito dell'artista Alan Aldridge che ha trasformato una piccola Mini Club in una caleidoscopica tela tridimensionale e itinerante.

17/ott/2008 12.05.15 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Tra poco la Mini compie cinquant’anni e, nonostante la veneranda età, finisce in un museo d’arte… moderna. Merito dell’artista Alan Aldridge che ha trasformato una piccola Mini Club in una caleidoscopica tela tridimensionale e itinerante. Un’auto spettacolarmente colorata, che è un inno all’ossessione per gli anni Sessanta che da sempre accompagna Alan Aldridge.

C’è tempo fino al 25 gennaio per gli appassionati di Mini: fino a quella data l’opera di Aladridge sarà esposta al London Art Museum. Un insieme di simboli, fiamme, farfalle, bandiere, fiori, biondi personaggi. La mano di Aladridge in passato si è posata su copertine di lp illustri: come quelli dei Beatles e dei Who, o su libri per bambini. Ora sconfinando sulla carrozzeria, sui finestrini e sul parabrezza di un oggetto di per sé simbolo per una importante nicchia del settore automobilistico ha partorito un pezzo da collezione che è già divenuto cult.

La Mini Aldridge Special per ora sarà confinata a una “teca”. Chissà che la Bmw non decida in futuro di sorprenderci e di far esplodere la fantasia sulle opache strade del mondo.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl