Progetto Safety e sicurezza sul lavoro

Progetto Safety e sicurezza sul lavoro Comunicato stampa Legacoop FC SICUREZZA SUL LAVORO E LEGALITA': CON IL PROGETTO "SAFETY" COINVOLTE 21 AZIENDE Con il progetto "Safety" Legacoop Forlì-Cesena ha valutato un campione di 21 aziende di varie dimensioni sullo stato dell'arte in materia di tutela della salute e della sicurezza in ambito lavorativo, in collaborazione con i tecnici di Risorse Engineering.

15/feb/2010 11.47.25 Legacoop Forlì-Cesena Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comunicato stampa Legacoop FC



SICUREZZA SUL LAVORO E LEGALITA':

CON IL PROGETTO "SAFETY" COINVOLTE 21 AZIENDE



Con il progetto “Safety” Legacoop Forlì-Cesena ha valutato un

campione di 21 aziende di varie dimensioni sullo stato dell’arte in

materia di tutela della salute e della sicurezza in ambito

lavorativo, in collaborazione con i tecnici di Risorse Engineering.

Le considerazioni di Monica Fantini, direttore di Legacoop Forlì-Cesena.



(Forlì-Cesena, 15 febbraio 2010) - Da più parti si legge la voglia di

tornare a parlare di economia reale e di impresa, dopo che la finanza

ha provocato i tracolli che tutti ben conosciamo. A occuparsi cioè di

cose concrete, anche e soprattutto nell’ambiente di lavoro. Accanto a

questa tendenza positiva, però, se ne legge un’altra di segno

opposto. Quella di chi giustifica, visto che c’è la crisi, un

allentamento dell’attenzione su questioni di importanza primaria, non

ultima la sicurezza sul lavoro. È l’atteggiamento, spesso

giustificato su più ampia scala da provvedimenti di condono, di chi

pensa che di fronte alle difficoltà dell’economia si sia in qualche

modo autorizzati a tenere le maglie della rete più larghe, in termini

di legalità e rispetto delle norme.



Diciamolo subito: non può e non deve essere così, e le Istituzioni

devono tenere alta la guardia contro derive che, una volta passata la

congiuntura, si faticherebbe a contenere. Legacoop Forlì-Cesena da

sempre ha messo al centro del proprio agire i temi della formazione

continua ai soci e ai dipendenti delle cooperative associate, anche e

soprattutto in materia di sicurezza. Tornare indietro, perché

qualcuno ritiene che in questo modo si possa competere meglio con

paesi dove i livelli di diritto (e quindi i prezzi) sono più bassi

semplicemente non è accettabile. Non solo: è un modo per arretrare in

vista del futuro, rinunciando a costruire un ciclo virtuoso che si

basi sull’innovazione piuttosto che sul dumping sociale.



Legacoop Forlì-Cesena, da parte sua, continuerà a tenere alta

l’attenzione su questi argomenti, proponendo progetti come “Safety”,

con cui si è valutato un campione significativo di aziende di varie

dimensioni sullo stato dell’arte in materia di tutela della salute e

della sicurezza in ambito lavorativo. Per le 21 aziende coinvolte è

stato svolto un sopralluogo presso le sedi per valutare la conformità

normativa, in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

attraverso l’ausilio di una check-list elaborata dai tecnici di

Risorse Engineering. Per ogni sopralluogo, è stato redatto un

rapporto di Audit.



L’indagine ha evidenziato una situazione positiva di adeguamento e

conformità normativa con una crescente attenzione soprattutto delle

medie imprese, di dirigersi anche verso sistemi volontari di

certificazione in materia (SGSL). Si denota altresì il bisogno da

parte delle piccole imprese di una semplificazione burocratico-

amministrativa nella gestione degli aspetti legati alla sicurezza e

non solo.



MONICA FANTINI

Direttore Legacoop Forlì-Cesena



###



Ufficio stampa Legacoop Forlì-Cesena

Emilio Gelosi

cell. 347 0888128

emilio.gelosi@sapim.it





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl