Il 18 Giugno 2010, l'Uno Contro Uno per la raccolta dei RAEE, Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

26/mag/2010 19.37.29 Fabrizio Pivari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Il 18 Giugno 2010 è il termine ultimo per l'adeguamento di tutti i punti vendita (negozi e siti web) d'elettronica alla normativa approvata con Decreto Ministeriale n°65 dell'8 marzo 2010 ("uno contro uno"), già in vigore dal 19 Maggio 2010, per una regolamentazione controllata e diretta sul territorio della raccolta e del trattamento dei Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE) sia domestici che professionali. Si tratta di una vera e propria evoluzione nella gestione di questo tipo di rifiuti che prosegue sulla direttrice del Decreto legge 151 del 2005, che aveva portato in Italia (con due anni di ritardo rispetto alla Normativa europea di riferimento) la normativa sulla regolamentazione dei RAEE.

» Il Decreto Ministeriale n°65 dell' 8 Marzo 2010
Il Decreto della Semplificazione, anche detto dell' "Uno contro Uno", pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 4 Maggio 2010 coinvolgerà tutti i punti vendita di riferimento per l'elettronica e varianti sul tema. Che siano negozi o siti web, "nell'era dell'«uno contro uno» ci sarà una piccola rivoluzione nell'organizzazione dei punti vendita coinvolgendo chi organizza televendite e i siti di e-commerce" - spiega ilSole24ore - "Tutte realtà che dovranno attrezzarsi per il ritiro, lo stoccaggio e il trasporto dei RAEE alla piattaforma ecologica, dove poi verranno raccolti dai consorzi di competenza". L' "uno contro uno" permetterà a chiunq ue acquisti una nuova apparecchiatura elettronica di disfarsi di una vecchia apparecchiatura (purché dello stesso tipo di quella acquistata), lasciandola in carico al negoziante che per legge sarà obbligato ad assumersi l'onere della consegna dei Rifiuti tecnologici al Centro di Raccolta locale di riferimento. Si tratta di uno scenario completamente nuovo per l'Italia che richiederà una presenza costante e un supporto adeguato da parte di tutti gli enti e le figure professionali di riferimento coinvolte, a partire dal Centro di Coordinamento RAEE che conferma di essere "pronto a far fronte a tutte le novità operative che implicherà il sistema di ritiro uno contro uno e a consentire l'aumento della raccolta di RAEE in Italia". L'uno contro uno rappresenta un passo importante per il raggiungimento degli obiettivi di raccolta fissati dalla U.E. e la sua attuazione è res! a possibi le grazie ad un incremento di prestazione dei Centri di Raccolta RAEE che nel 2009 "sono più che triplicati rispetto all'anno precedente", a fronte di una raccolta pro-capite "attestata a 3.21 kg/abitante".

» L'adeguamento dei distributori e dei punti vendita
Il Decreto inciderà sui costi vivi di gestione da parte dei punti vendita che, oltre a doversi attrezzare per garantire un adeguato stoccaggio ai RAEE consegnati dai cittadini, dovranno assumersi un carico di lavoro su cui incideranno le voci "raccolta gratuita", "trasporto con mezzi di portata non superiore ai 60 quintali", "amministrazione dei registri e dei DDT di riferimento", cui diversi esercenti difficilmente riusciranno a rispondere adeguatamente (quale che sia il tempo loro concesso) se non ricorrendo a Terze Parti che siano in grado di garantire un abbattimento dei costi di gestione concreto ed efficiente. In particolare, la preoccupazione dell'ANCRA (Associazione Nazionale Commercianti Radio, Televisione, Elettrodomestici, Dischi e Affini) è tutta rivolta ai piccoli commercianti che, senza una semplificazione del decreto (riporta sempre IlSole), difficilmente riusciranno ad adeguarsi in tempo.

» Una finestra di opportunità per abbattere i costi, guadagnando
In questo contesto, una Realtà come Il Celluvale, già presente e consolidata sul Mercato italiano di riferimento, offre ai Negozianti una finestra di opportunità unica: azzeramento dei costi di gestione dell' uno contro uno a fronte di un guadagno diretto sul ritiro di ogni singola apparecchiatura. Per un'Attività che ha fatto del Ritiro e/o Permuta di Cellulari il proprio core business, in pieno rispetto dell'ambiente - in grado di garantire la gestione dei RAEE dal punto vendita ai Centri di Raccolta - l' "uno contro uno" rappresenta il coronamento di un ideale sociale di business che, fin dall'inizio, è stato pensato per un coinvolgimento attivo sia del punto vendita e che del p rivato. Il 18 Febbraio scorso, Il Celluvale presentava REGENERCEL, un programma ideato per coinvolgere privati e negozianti in un'unica filiera aziendale: dalla Permuta di un vecchio telefonino per uno nuovo alla raccolta di telefonini rotti, usati o comunque inutilizzati, passando per la rigenerazione del rifiuto tecnologico con l'obiettivo di smaltire attivamente il materiale raccolto attraverso la produzione di un telefonino nuovo a tutti gli effetti.
Il 18 Giugno 2010, REGENERCEL si proporrà ai punti vendita come alleato serio e partner concreto, oltre l' "uno contro uno".

Per maggiori informazioni:

Ricevi la brochure in PDF di RegenerCel (solo per attività commerciali)
Scrivi a info [at] ilcelluvale.it
telefona al numero verde 800589280
aggiornati in tempo reale su FaceBook

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl