Boston Scientific annuncia l'immissione in commercio in Europa e i primi impianti del sistema di stent in platino e cromo Taxus(R) ELEMENT(TM)

10/giu/2010 17.25.05 Pr NewsWire Aziende Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
------=_Part_2656070_1409270037.1276183505318 Content-Type: text/plain; charset=ISO-8859-1 Content-Transfer-Encoding: quoted-printable Boston Scientific annuncia l'immissione in commercio in Europa e i primi im= pianti del sistema di stent in platino e cromo Taxus(R) ELEMENT(TM) NATICK, Massachusetts, June 10, 2010/PRNewswire/ --=20 - L'approvazione della marcatura CE include un'indicazione specifica pe= r=20 il trattamento dei pazienti diabetici La Boston Scientific Corporation (NYSE: BSX) ha annunciato oggi l'immissione in commercio e i primi impianti del suo sistema di stent coronarici a rilascio di Paclitaxel TAXUS(R) Element(TM) nei Paesi dell'Unione Europea e in altri paesi che richiedono la marcatura CE. Il sistema di stent TAXUS Element =E8 lo stent medicato (DES) di terza generaz= ione dell'azienda e utilizza una lega in platino e cromo con un disegno innovati= vo dello stent ed un sistema avanzato di posizionamento del catetere. L'approvazione della marcatura CE =E8 stata ottenuta il mese scorso ed essa prevede un'indicazione specifica per il trattamento dei pazienti diabetici. I primi impianti in Europa sono stati eseguiti dal Dottor Corrado Tamburino, Direttore dell'Unit=E0 di Cardiologia dell'Ospedale Ferrarotto di Catania e dal Dottor Adrian Banning, Direttore del Cardiac Services, John Radcliffe Hospital, Oxford, Regno Unito. "Ho rilevato che lo stent TAXUS Element offre prestazioni favorevoli in termini di flessibilit=E0, visibilit=E0 e impiantabilit=E0 ri= spetto agli stent della generazione precedente", ha affermato il Dottor Tamburino."La lega in platino e cromo e il nuovo disegno dello stent utilizzati nella piattaforma Element, insieme alla combinazione tra il farmaco e il polimero - ormai comprovata nel sistema TAXUS - rappresentano = un avanzamento significativo nello stenting coronarico." "L'indicazione nel diabete per il sistema di stent TAXUS Element offre un beneficio importante poich=E9 in Europa circa un terzo di tutti i pazienti con coronaropatia sono affetti da diabete", ha affermato i= l Dottor Banning. "I pazienti diabetici con coronaropatia spesso hanno esiti pi=F9 scadenti in seguito alle procedure di rivascolarizzazione. Il sistema TAXUS Element a base di Paclitaxel ha un meccanismo d'azione unico che aiut= a ad inibire la restenosi nei pazienti diabetici ad alto rischio." Lo stent TAXUS Element =E8 stato progettato specificatamente per lo stenting coronarico e potenzia i vantaggi in termini di prestazioni dell= a piattaforma Element, grazie ad con un decennio di successi clinici riscontrati dal programma TAXUS. L'innovativa architettura dello stent e la lega brevettata in platino e cromo offrono una maggiore forza radiale ed un= a maggiore flessibilit=E0. L'architettura dello stent permette una pi=F9 rego= lare copertura della lesione ed una migliore distribuzione del farmaco, consentendo al tempo stesso un migliore posizionamento dell'impianto, grazi= e a un sistema avanzato di posizionamento del catetere. La lega a densit=E0 p= i=F9 elevata offre una visibilit=E0 superiore e un recoil inferiore e al contemp= o permette l'utilizzo di maglie pi=F9 sottili rispetto agli stent della generazione precedente[1]. A Marzo, l'Azienda ha annunciato i risultati a 12 mesi del programma di sperimentazione clinica PERSEUS che ha dimostrato esiti positi= vi in termini di sicurezza ed efficacia per il sistema di stent TAXUS Element nelle lesioni workhorse (ovvero di complessit=E0 intermedia), rispetto al sistema di stent TAXUS(R) Express2(R). Questi risultati sono stati recentemente pubblicati sulla rivista Journal of the American College of Cardiology. I risultati del trial PERSEUS hanno anche evidenziato un profil= o di sicurezza sovrapponibile ed esiti di efficacia statisticamente superiori nei piccoli vasi per il sistema di stent TAXUS Element rispetto a un gruppo di controllo storico di pazienti a cui =E8 stato impiantato lo stent metall= ico Express(R). L'azienda ha ottenuto la marcatura CE per il suo sistema di stent a rilascio di Everolimus PROMUS(R) Element(TM) nell'Ottobre del 2009. Entrambi i sistemi di stent Element includono la lega in platino e cromo, u= n disegno innovativo dello stent e un sistema avanzato di posizionamento del catetere. Negli Stati Uniti, l'azienda prevede l'approvazione da parte della Food and Drug Administration (FDA) dello stent TAXUS Element a met=E0= del 2011 e dello stent PROMUS Element a met=E0 del 2012. In Giappone, l'Azienda prevede l'approvazione del sistema di stent TAXUS Element alla fine del 201= 1 - all'inizio del 2012 e del sistema di stent PROMUS a met=E0 del 2012. Negli Stati Uniti ed in Giappone, gli stent PROMUS Element e TAXUS Element sono dispositivi sperimentali e sono limitati dalla legge vigente ad un uso esclusivamente sperimentale e non ne =E8 consentita la vendita. Boston Scientific =E8 un'azienda operante a livello mondiale che si occupa di sviluppare, produrre e commercializzare dispositivi medicali, = i cui prodotti sono utilizzati in un'ampia gamma di specialit=E0 mediche del settore interventistico Per ulteriori informazioni, visitare: http://www.bostonscientific.com. Affermazione Cautelativa Relativa alle Affermazioni Riferite al Futuro Questo comunicato stampa contiene affermazioni riferite al futuro come stabilito dalla Sezione 21E del Securities Exchange Act del 193= 4. Le affermazioni riferite al futuro possono essere identificate da termini come "anticipare", "prevedere", "proiettare", "ritenere", "programmare", "stimare", "intendere" e termini simili. Queste affermazioni riferite al futuro si basano sulle convinzioni, supposizioni e stime da noi effettuate sulla base delle informazioni a nostra disposizione in quel determinato momento e non intendono fornire garanzie di eventi o prestazioni future. Queste affermazioni riferite al futuro includono, tra le altre cose, affermazioni relative a studi clinici, approvazione da parte degli organi regolatori, performance dei prodotti, offerte competitive e posizione aziendale nel settore di riferimento. Se le nostre supposizioni si rivelassero errate, o se determinati rischi o imprevisti si materializzasse= ro , i risultati effettivi potrebbero differire dalle aspettative o dalle proiezioni espresse o sottintese nelle nostre affermazioni riferite al futuro. In alcune circostanze, questi fattori hanno inficiato in passato e potrebbero inficiare in futuro (insieme ad altri fattori) la nostra capacit= =E0 di mettere in atto la nostra strategia commerciale e ci=F2 potrebbe risulta= re in una discrepanza tra i risultati effettivi e quelli contemplati nelle affermazioni presentate in questo comunicato stampa. Di conseguenza, i lettori sono invitati a non fare eccessivo affidamento su alcuna delle nost= re affermazioni riferite al futuro. Tra i fattori che potrebbero provocare tali discrepanze vi sono: condizioni future correlate alla situazione economica, ai concorrenti= , alla rimborsabilit=E0 e allo status regolatorio; introduzioni di nuovi prodotti; trend demografici; diritti di propriet=E0 intellettuale; contenzi= oso; condizioni del mercato finanziario; future decisioni commerciali prese da n= oi - dai nostri concorrenti. Tutti questi fattori sono difficili o impossibili da prevedere accuratamente e molti di essi sono al di l=E0 del nostro controllo. Per una descrizione ulteriore e un elenco di questi ed altri importanti rischi e imprevisti che potrebbero inficiare le nostre operazion= i future, vedere la Parte I, Voce 1A- Fattori di rischio nel nostro ultimo rapporto annuale sul Modulo 10-K depositato presso la Securities and Exchan= ge Commission, che potremmo aggiornare nella Parte II, Voce 1A - Fattori di rischio nei Rapporti Trimestrali sul Modulo 10-Q che abbiamo depositato o c= he depositeremo in seguito. Neghiamo ogni intenzione o obbligo di aggiornare pubblicamente o modificare le nostre affermazioni riferite al futuro per riflettere eventuali cambiamenti delle nostre aspettative o degli eventi, delle situazioni o delle circostanze su cui potrebbero basarsi tali aspettative o che potrebbero influire sulla probabilit=E0 che i risultati effettivi differiscano da quelli espressi nelle affermazioni riferite al futuro. Questa affermazione cautelativa =E8 applicabile a tutte le affermaz= ioni riferite al futuro contenute nel presente documento. --------------------------------- [1] Basato su ricerca non clinica, "bench testing". Dati depositati presso Boston Scientific. =20 CONTATTI:=20 Alessandra Gelera Manager Health Economics and Public Affairs Tel.(+39)3346516381 Alessandra.Gelera@bsci.com Boston Scientific Italy Source: Boston Scientific International SA CONTATTI: Alessandra Gelera, Manager Health Economics and Public Affairs, T= el.(+39)3346516381, Alessandra.Gelera@bsci.com ------- Profile: My Profile 1 ------=_Part_2656070_1409270037.1276183505318--
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl