Denti…..ipersensibili!

17/giu/2010 20.33.49 Luca Comos Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il male più comune : denti sensibili. Le cause dell’ipersensibilità sono carie, fratture ai denti, alterazioni dello smalto esposizione delle radici dentali e otturazioni infiltrate. L’ipersensibilità dentale è dovuta anche alla perdita della copertura protettiva da aperte della dentina. Quando la dentina perde questa copertura, i tubuli che la percorrono permettono a tutti i generi di sostanze di stimolare le terminazioni nervose della polpa del dente. Così si avvertono quelle scosse fastidiose che creano dolore. Anche lo spazzolamento è una delle azioni che ci permettono di notare la sensibilità elevata dei nostri denti. L’unico fattore preventivo di ipersensibilità, carie e gengiviti è una ottima igiene orale. Lavare i denti in maniera corretta ed effettuare i controlli di routine dal dentista, insomma un’elevata attenzione e cura della propria bocca, sono elementi fondamentali di prevenzione.

Un’altra causa dell’ipersensibilità dentale sono le malattie parodontali e cioè tutte quelle infezioni delle gengive e dell’osso di supporto del dente. Queste affezioni se non vengono trattate in maniera corretta portano a una recessione della gengiva e , nel peggiore dei casi, al distacco del dente.

Il trattamento di cura per l’ipersensibilità dentale è relativo alle cause scatenanti, quindi ogni causa scatenante ha una propria cura. In generale però un buon metodo di utilizzo dello spazzolino e l’utilizzo di dentifrici desensibilizzanti è un buon inizio, un buon metodo per salvaguardare i denti da uan sensibilità troppo elevata e da tutto quello che circonda l’ipersensibilità.

Per maggiori info : dentisti palermo

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl