Una preparazione ad hoc per l’esame orale da avvocato

18/giu/2010 10.46.53 Luca Comos Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L’avvocato è una professione che porta sulle sue spalle un iter di studio abbastanza imponente. Tale iter termina con il sostenimento di un concorso, il cui superamento permetterà al candidato di essere un avvocato a tutti gli effetti. Il concorso per avvocati è un esame di stato diviso in una parte scritta e in una parte orale. Alla prova orale si accede se e solo se si superano le prove scritte con un voto sufficiente. Se si è ammessi alla prova orale, bisogna sostenete una discussione che illustra le prove scritte e brevi questioni relative a cinque materie. Le cinque materie possono essere scelte tra :

-          diritto costituzionale;

-          diritto civile;

-          diritto commerciale;

-          diritto del lavoro;

-          diritto penale;

-          diritto amministrativo;

-          diritto tributario;

-          diritto processuale civile;

-          diritto processuale penale;

-          diritto internazionale privato;

-          diritto ecclesiastico;

-          diritto comunitario.

Tra le cinque materie devono essere discusse questioni sicuramente su diritto processuale.

Oltre a tutto questo il partecipante deve dimostrare di conoscere tutto il mondo dei diritti e dei doveri dell’avvocato e dell’ordinamento forense.

Tutto questo mostra come il candidato deve impegnarsi a pieno nello studio di ogni singola materia non tralasciando aspetti pratici ed istituti inerenti.

La commissione esaminatrice deve valutare la competenza professionale di ogni candidato sia sotto il profilo della conoscenza tecnica sia sotto quello della conoscenza pratica soprattutto per quanto riguarda la procedura penale e il diritto processuale civile.

Per maggiori informazioni : avvocato pisa

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl