Come organizzarsi per aprire un'agenzia di traduzioni?

Il titolare di un'agenzia di traduzioni in realtà può anche essere sprovvisto di competenze linguistiche, è importante però che le sue competenze commerciali e organizzative siano ben sviluppare e che sappia ben argomentare con i clienti e gestire adeguatamente il rapporto con i traduttori.

19/lug/2010 12.06.51 Immagine&Marketing Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Prima di aprire un'agenzia di traduzioni bisogna innanzitutto rendersi conto che la giornata di un titolare di agenzia è molto diversa da quella di un traduttore. Il titolare deve infatti occuparsi di trovare nuovi clienti, di cercare e gestire i traduttori, controllando il loro lavoro e garantendo la soddisfazione dei clienti. Il titolare di un'agenzia di traduzioni in realtà può anche essere sprovvisto di competenze linguistiche, è importante però che le sue competenze commerciali e organizzative siano ben sviluppare e che sappia ben argomentare con i clienti e gestire adeguatamente il rapporto con i traduttori. Chi è all'inizio può anche pensare di avviare l'agenzia di traduzioni da casa, in modo da contenere, almeno nel primo periodo, le spese. Se il progetto funziona però risulta presto necessario il trasferimento in un vero e proprio ufficio, soprattutto per ragioni di rappresentanza ma anche per problemi di spazio. E' bene riflettere su questo punto, cercando di capire cosa si vuole ottenere attraverso la propria attività, quali costi possono essere sostenuti e quali competenze e capacità possono essere messe in campo per ottenere risultati tangibili. Esistono sul mercato infatti molti traduttori abili disponibili anche a lavorare, in un primo momento, da casa. La questione più spinosa è ricercare clienti e, soprattutto, definire un proprio modello di business.  Bisogna infatti decidere se specializzarsi in un determinato settore o offrire competenze più ampie e generiche, quali lingue trattare, con quale tipologie di cliente lavorare e quali tipi di progetti prendere in carico. Una buona idea è quella di prendere esempio delle agenzie già affermate sul settore. Assointerpreti, ad esempio, è un'agenzia di traduzioni che si occupa di interpretazione consecutiva e simultanea, di chucotage e di traduzioni in varie lingue.  Per contattare Assointerpreti scrivere a info@assointerpreti.it.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl