I poggiatesta riACT Johnson Controls hanno contribuito all'aggiudicazione delle cinque stelle Euro NCAP

26/ago/2010 16.23.03 Pr NewsWire Aziende Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
I poggiatesta riACT Johnson Controls hanno contribuito all'aggiudicazione delle cinque stelle Euro NCAP

BURSCHEID, Germania, August 26, 2010/PRNewswire/ --

- Johnson Controls vuole diventare punto di riferimento nei sistemi di
protezione dal "colpo di frusta"



Picture is available via epa european pressphoto agency and can be
downloaded free of charge at: http://www.presseportal.de/pm/19526/1671126



Johnson Controls, società leader al mondo nel segmento degli allestimenti
interni e della componentistica elettronica automotive, fornisce poggiatesta
di tipo pro-attivo per i sedili anteriori della BMW SERIE 5berlina, GT e per
la nuova Touring. Il sistema riACT minimizza il rischio dei cosiddetti "colpi
di frusta" in caso di tamponamento da dietro. Simulazioni effettuate in
occasione del test Euro NCAP (European New Car Assessment Programme) hanno
confermato gli ottimi risultati delle prove eseguite dalla società Johnson
Controls. La BMW Serie 5 testata ha conseguito, grazie all'effetto protettivo
dei sedili anteriori in caso di tamponamento da dietro, 3,3 punti su un
massimo di 4,0 punti assegnabili nella categoria Sedili, ottenendo così il
giudizio "buono". I poggiatesta pro-attivi Johnson Controls hanno pertanto
contribuito notevolmente alle cinque stelle assegnate - il miglior risultato
conseguibile in un test Euro NCAP.



"I poggiatesta riACT utilizzati nella BMW Serie 5 offrono una protezione
efficace, un prezzo molto interessante e un elevato comfort", sottolinea Dr.
Alexander Hasler, laureato in medicina e biomeccanica, che studia già da
dieci anni l'insorgere della cervicalgia post-traumatica da contraccolpo e i
sistemi per prevenirla, ed alla Johnson Controls Automotive Experience è
responsabile dell'Area Vendita poggiatesta in Europa e del sistema riACT in
tutto il mondo.



I poggiatesta Johnson Controls impediscono l'iperestensione della testa
I traumi cervicali da contraccolpo sono la conseguenza di un tamponamento
subito da un veicolo che procede a bassa velocità o è addirittura fermo. "In
seguito alla collisione, il veicolo ed il corpo dei passeggeri vengono
proiettati in avanti mentre le teste, non supportate, subiscono una brusca
accelerazione all'indietro. Questo movimento simile a quello di una frusta
causa un'estensione del rachide cervicale talmente forte da provocare lesioni
ai tessuti molli, quali tendini e muscoli. I disturbi connessi a questa
patologia sono dolore alla testa e alla nuca, nausea e disturbi della
concentrazione", continua Dr. Alexander Hasler, specialista di Johnson
Controls Automotive Experience, spiegando il problema dal punto di vista
biomeccanico. Un'efficace protezione dagli esiti di questi incidenti, che
richiedono spesso trattamenti molto lunghi, è offerta dai poggiatesta attivi
che impediscono un'iperestensione della testa, causa di lesioni, fornendo un
efficace sostegno al capo in caso di tamponamento da dietro.



Per raggiungere tale scopo, il poggiatesta deve aderire il più possibile
alla testa. "Molti automobilisti sono tuttavia infastiditi da questo contatto
permanente", afferma Dr. Alexander Hasler delineando il conflitto esistente
tra efficacia protettiva e comfort. Che le due cose non si escludano a
vicenda è dimostrato dal poggiatesta riACT utilizzato nella BMW Serie 5, un
sistema che abbina sicurezza e comfort ai massimi livelli. Il poggiatesta
riACT non solo è regolabile in altezza, ma anche in senso orizzontale. Il
guidatore o il passeggero possono regolare la parte anteriore del
poggiatesta, imbottita e autobloccante, su una larghezza totale di 54
millimetri, suddivisi in piccoli passi, in modo tale da regolarlo su una
distanza confortevole tra nuca e poggiatesta.



Protezione ottimale, indipendentemente dall'altezza e dalla posizione di
seduta Se la vettura viene tamponata da dietro con una differenza di velocità
di oltre 10 km/h un piccolo attuatore pirotecnico attiva un meccanismo
telescopico basato su un movimento elicoidale posto all'interno del
poggiatesta. Questo meccanismo, in una frazione di secondo, spinge in fuori
il cuscino del poggiatesta posizionandolo in modo tale da sostenere la testa
prima che essa venga proiettata all'indietro, impedendo così l'iperestensione
del rachide cervicale o almeno attenuandola notevolmente. "Anche se il
poggiatesta, per motivi di comfort, è regolato in modo tale da lasciare una
notevole distanza tra la nuca e il cuscino, ciò non pregiudica l'effetto
protettivo del sistema. Il poggiatesta, infatti, indipendentemente dalla sua
posizione, in caso di incidente viene portato talmente rapidamente a contatto
con la testa da impedire il pericoloso brusco movimento della stessa",
afferma Dr. Alexander Hasler descrivendo uno dei principali vantaggi del
poggiatesta pro-attivo Johnson Controls.



La denominazione pro-attivo indica il fatto che per l'attivazione non si
utilizza, com'è il caso per poggiatesta attivi azionati solo meccanicamente,
impulsi che il corpo durante la collisione veicola sullo schienale del
sedile. Nel poggiatesta pro-attivo, invece, l'attivazione del segnale viene
data dai sensori crash del veicolo che controllano anche il tensionamento
della cintura ed altri sistemi di ritenuta per passeggeri. "Il nostro sistema
pro-attivo mette in atto la sua massima funzione protettiva indipendentemente
dall'altezza o dalla posizione di seduta", questo nelle parole dell'esperto
di cervicalgia post-traumatica da contraccolpo di Johnson Controls Automotive
Experience un ulteriore argomento a favore del modello scelto da BMW.



Johnson Controls ha anche studiato durante la fase di sviluppo del
prodotto l'efficacia di sensori separati per tamponamenti da dietro. Ma i
risultati hanno dimostrato che con questo ulteriore allestimento non si
otteneva un livello maggiore di sicurezza - un risultato positivo nell'ottica
di riduzione dei costi dei poggiatesta riACT che Johnson Controls fornisce
alle catene di montaggio di BMW già cablati e pre-testati. È sufficiente
quindi montarli negli schienali dei sedili e collegarli al data bus del
veicolo.



Materiale fotografico digitale visionabile all'indirizzo
http://www.johnsoncontrols.it/media.



Johnson Controls Automotive Experience è un'azienda leader a livello
globale nella produzione di sedili, sistemi padiglione, pannelli porta,
plance ed elettronica per automobili. Forniamo prodotti, tecnologie e
soluzioni di advanced manufacturing che aiutano tutte le principali case
automobilistiche a differenziare le loro vetture. Con oltre 200 stabilimenti
in tutto il mondo, siamo sempre a fianco dei nostri Clienti che apprezzano il
comfort e lo stile dei nostri prodotti, dai singoli componenti alla gamma
completa di soluzioni per interni, in oltre 200 milioni di veicoli.



Restiamo a disposizione per ulteriori chiarimenti:

Johnson Controls GmbH
Automotive Experience
Industriestrasse 20-30
51399 Burscheid

Ulrich Andree
Tel.: +49(0)2174-65-4343
Fax: +49(0)2174-65-3219
E-Mail: ulrich.andree@jci.com

Astrid Schafmeister
Tel.: +49(0)2174-65-3189
Fax: +49(0)2174-65-3219
E-Mail: astrid.schafmeister@jci.com





Source: Johnson Controls Automotive Experience

Restiamo a disposizione per ulteriori chiarimenti: Johnson Controls GmbH, Automotive Experience, Industriestrasse 20-30, 51399 Burscheid; Ulrich Andree, Tel.: +49(0)2174-65-4343, Fax: +49(0)2174-65-3219, E-Mail: ulrich.andree@jci.com; Astrid Schafmeister, Tel.: +49(0)2174-65-3189, Fax: +49(0)2174-65-3219, E-Mail: astrid.schafmeister@jci.com


-------
Profile: My Profile 1
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl