Le imprese globali privilegiano l'investimento rispetto al taglio dei costi per favorire la ripresa

Le imprese globali privilegiano l'investimento rispetto al taglio dei costi per favorire la ripresa Le imprese globali privilegiano l'investimento rispetto al taglio dei costi per favorire la ripresa LONDRA, September 2, 2010/PRNewswire/ -- - Il boom della fiducia economica in Cina continua, con un aumento dell'83% dei dirigenti di alto livello più fiduciosi ora rispetto all'inizio dell'anno paragonato al solo 29% degli USA.

02/set/2010 09.05.33 Pr NewsWire Aziende Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Le imprese globali privilegiano l'investimento rispetto al taglio dei costi per favorire la ripresa

LONDRA, September 2, 2010/PRNewswire/ --

- Il boom della fiducia economica in Cina continua, con un
aumento dell'83% dei dirigenti di alto livello più fiduciosi ora rispetto
all'inizio dell'anno paragonato al solo 29% degli USA.



- Negli ultimi dodici mesi, un'impresa su tre (34%) nel mondo
ha effettuato tagli di personale, ma il desiderio di attuare misure
restrittive è in calo.



- Le imprese stanno progettando di investire di più nei
prossimi dodici mesi e un dirigente di alto livello su quattro (29%)
dichiara di voler aumentare il personale.



In tutto il mondo, un dirigente di alto livello su quattro è meno
fiducioso oggi rispetto all'inizio dell'anno, secondo uno studio
internazionale sulla ripresa economica pubblicato oggi, giovedì 2 settembre.
Tuttavia, l'umore varia notevolmente da paese a paese. Il pessimismo è più
accentuato negli USA, dove gli indicatori di fiducia sono crollati
dall'inizio dell'anno, mentre in Oriente l'ottimismo è in costante aumento.



La ricerca, condotta dallo studio legale internazionale Eversheds, rivela
che negli Stati Uniti le imprese hanno nascosto la testa sotto la sabbia e
hanno adottato l'atteggiamento meno proattivo nel combattere l'arduo clima
economico. Per converso, le imprese in Cina e Russia hanno guidato la rimonta
nel tentativo di spingere la domanda, con la ricerca di nuove opportunità di
mercato.



La Cina è in testa anche nell'espansione internazionale, con quasi tre
quarti degli intervistati che prevedono di espandersi in almeno due mercati
esteri nei prossimi 12 mesi, mentre negli USA solo il 18% delle imprese è
alla ricerca di opportunità internazionali.



Il rapporto di Evershed, Tools for Recovery, che raccoglie i pareri di
oltre mille dirigenti d'impresa di alto livello in Cina, USA, Europa e negli
Emirati Arabi Uniti (EAU), rivela segni di ripresa nell'attività di fusione e
acquisizione su scala globale. Un'impresa su cinque (22%) ha affermato che
nel prossimo anno sarà a caccia di acquisizioni, con un trend in aumento
rispetto al 13% negli ultimi 18 mesi.



Anche in questo caso, la Russia è in testa con il 42% delle imprese che
prevedono acquisizioni nei prossimi 12 mesi.



In prospettiva, la ricerca mostra che le imprese continueranno a spingere
la domanda e mostreranno una maggiore propensione a investire in tre aree
chiave: livelli del personale, attività di marketing e progetti di ricerca e
sviluppo.



Questo segue alcune decisioni difficili adottate nel corso degli ultimi
18 mesi, con il 46% delle imprese che hanno tagliato le spese discrezionali,
il 38% che hanno congelato o ridotto le retribuzioni e il 34% che hanno
attuato riduzioni del personale. In questo periodo, le perdite di posti di
lavoro sono state più intense negli USA, in Francia e negli EAU.



Stephen Sorrell, partner di Eversheds, ha affermato:



"Mentre gli economisti hanno segnalato la fine ufficiale della
recessione, non c'è dubbio che le condizioni economiche difficili persistano.
Nonostante la recessione degli ultimi anni, la maggior parte delle imprese è
sopravvissuta e alcune hanno perfino prosperato. Ma come? Con questa ricerca
volevamo individuare le misure che le imprese in tutto il mondo hanno
adottato per mantenersi in testa e i piani che hanno implementato per la
ripresa e la crescita.



"I risultati mostrano un quadro molto variegato in termini di livelli di
fiducia e del modo in cui le imprese hanno affrontato la difficile
congiuntura economica.



L'inerzia che si osserva negli USA è alquanto sorprendente, mentre vi
sono segnali incoraggianti di una tendenza generale alla riduzione delle
misure di taglio dei costi per l'anno venturo e un grande desiderio di
investire e concentrarsi sulla crescita.



"La nostra ricerca ha anche rilevato alcune differenze tra i diversi
settori. È veramente incoraggiante vedere che l'industria manifatturiera è
tra le più ottimiste, mentre il settore delle costruzioni, che probabilmente
è stato il più colpito dalla recessione globale, mostra un livello di
ottimismo salutare, in linea con la media mondiale - forse il segno che sono
arrivati al punto di svolta."



Su Eversheds



Eversheds LLP e le sue sedi in tutto il mondo contano più di 3.500
consulenti legali ed economici, che forniscono servizi al settore commerciale
e al mondo della finanza in ambito, sia privato sia pubblico. L'accesso a
questi servizi è fornito attraverso 44 (?) sedi internazionali in 26 (?)
giurisdizioni. Eversheds combina la conoscenza dei mercati locali con
l'accesso ai settori di specializzazione, alle risorse e alle capacità
internazionali di uno dei maggiori studi legali del mondo.



http://www.eversheds.com



Lucy Sulkin, Eversheds LLP, per Eversheds International, Chiamate
internazionali : +44-207-919-0683, E-mail: lucysulkin@eversheds.com




Source: Eversheds LLP

Lucy Sulkin, Eversheds LLP, per Eversheds International, Chiamate
internazionali : +44-207-919-0683, E-mail: lucysulkin@eversheds.com


-------
Profile: My Profile 1
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl